Questa e' la prima foto Questa e' la seconda foto Questa e' la seconda foto Questa e' la seconda foto Questa e' la seconda foto Questa e' la seconda foto Questa e' la seconda foto

Vicari condanna il Frosinone

FROSINONE (FR) - Al Frosinone per restare in Serie A, dopo la sconfitta odierna contro la Spal, servira' un vero e proprio miracolo. Non e' servito a nulla il mini-raduno organizzato dalla societa' canarina per affrontare nel migliore dei modi il trittico di gare contro Spal, Parma e Fiorentina. La formazione messa in campo da Baroni non e' stata capace di conquistare la prima vittoria al Benito Stirpe perdendo quindi l'ennesimo scontro diretto per la salvezza. Ancora una volta e' mancata quella grinta, quella ferocia che, negli ultimi anni, ha contraddistinto il Frosinone. GhiglioneLa compagine canarina ha attaccato, colpendo un palo ed una traversa, ma non si e' visto quell'ardore e quella voglia di lottare tipica di una formazione che ha l'intenzione di restare nella massima serie. La Spal, come ha ammesso lo stesso tecnico Semplici, e' stata cinica nel passare in vantaggio, grazie al colpo di testa di Francesco Vicari, alla prima vera occasione e poi e' stata abile a difendersi con ordine. A fine partita il pubblico dello Stirpe si e' diviso tra i soliti applausi di circostanza e fischi con la consapevolezza che ormai la Serie B e piu' vicina.