Memorial Peloso, domina Mattacchioni

Trionfano anche Sciotti e Collalti

Questa è la prima foto Questa è la seconda foto Questa è la terza foto Questa è la quarta foto Questa è la quinta foto Questa è la sesta foto
[:::Vedi FotoGallery:::]

Davide Mattacchioni, grazie ad una stupenda azione da finisseur, si è aggiudicato la prima edizione del Memorial Marino Peloso. La manifestazione ciclistica si è svolta domenica scorsa a Latina grazie alla sapiente regia organizzativa del team Nuova Latinense Bike del presidente Marco Caruso. Alla kermesse, appartenente al Movimento Ciclistico Latina, hanno preso parte ben 220 atleti. Il percorso su cui si sono dati battaglia i ciclisti era un anello di circa 20 km che ha attraversato via del Lido, via Faggiana e la Litoranea. La partenza è stata data, come da programma, alle 9.30 con l’intera carovana dei corridori suddivisa in tre gruppi ordinati per età. Nella prima fascia, quella riservata ai più giovani, la gara è stata animata da diversi tentativi di fuga ma le formazioni dei velocisti sono state abili a non concedere spazio agli attaccanti. Il traguardo volante, posto a due tornate dal termine, è stato vinto da Giordano. Nel corso dell’ultimo giro, in testa al gruppo, c’è stata gran battaglia per conquistare le posizioni migliori per disputare la volata finale. Nel rettilineo conclusivo però è giunta la beffa per i corridori dal pedale veloce. Davide Mattacchioni del team Impredil, con un grande azione, è riuscito ad anticipare la volata di gruppo transitando al traguardo solo ed a braccia alzate. L’unico che ha provato a resistere all’allungo del ciclista di Lariano è stato Antonio Orlacchio che ha quindi terminato la gara in seconda posizione. Nella partenza riservata alla categoria Senior, la Latinense Bike ha cercato di tenere chiusa la corsa per cercare di favorire il capitano Massimo Peloso intenzionato a centrare un risultato di spicco nella gara dedicata alla memoria del padre. Le altre squadre, ovviamente, hanno provato costantemente ad animare la gara con infiniti attacchi. A due giri dal termine Quaglia si è aggiudicato il traguardo volante. Nel corso dell’ultimo giro ha tentato l’avanscoperta anche Orlando Battisti insieme ad un portacolori del Center Bike e della Nuova Larianese. Gli inseguitori hanno stoppato immediatamente l’attacco presentandosi sul rettilineo finale a ranghi compatti. Nello sprint, il primo che ha rotto gli indugi, è stato proprio Massimo Peloso. Il velocista della Latinense Bike è restato in testa per diversi metri ma, sotto lo striscione d’arrivo, si è dovuto arrendere al vincitore Sciotti ed al colpo di reni di Amati. Peloso ha comunque ottenuto il terzo gradino del podio ed i complimenti dal folto pubblico assiepato a bordo strada. La corsa dei Gentlemen ha avuto un copione simile a quella degli Adulti e dei Senior infatti il gruppo ha sempre controllato eventuali attacchi. Il traguardo volante è stato conquistato da Giancarlo Quaglia del Center Bike. L’ordine d’arrivo finale è stato deciso in volata. Lo sprint finale ha visto tagliare il traguardo praticamente insieme Livio Collalti (El Mojitero) e Giancarlo Quaglia. Per decretare il vincitore la giuria di gara, coordinata da Alberto Borgognoni, è dovuta ricorrere al fotofinish. Terminata la fase agonistica è scattato il rito delle premiazioni al quale sono intervenuti Vincenzo Zaccheo, Sindaco di Latina, ed i consiglieri Galetto e Maietta. Il primo cittadino del capoluogo pontino ha speso diverse parole per ricordare Marino Peloso, autentico pioniere del ciclismo nella nostra provincia.
Francesco Paris - Latina Oggi