Consegnato il premio Berzot a Mazzarri

Pubblicato il: 26-05-12

NAPOLI - Walter Mazzarri si è aggiudicato la seconda edizione del premio Enzo Bearzot, il prestigioso riconoscimento gli è stato consegnato questa mattina a Castel dell'Ovo, con la seguente motivazione: "Come Enzo Bearzot, Walter Mazzarri ha sempre costruito nelle sue squadre gruppi granitici e impermeabili a tutto... E' certamente questo uno dei segreti di una carriera che in 12 anni lo ha visto cogliere grandi successi, con eccellenti capacità tecnico-tattiche che lo hanno portato a centrare in ogni stagione e categoria, risultati superiori agli obiettivi fissati".

Presenti alla cerimonia il Presidente dell'US ACLI Marco Galdiolo, il Presidente del CONI Gianni Petrucci, il Presidente della FIGC Giancarlo Abete e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris.
L'allenatore del Napoli, che ha devoluto alla ricerca italiana sul cancro il premio in denaro messo a disposizione dall'Acli, a margine della premiazione ha rilasciato anche alcune dichiarazioni sul futuro azzurro, raccolte da Napoli Today:
PREMIO - "Questo riconoscimento per me è innanzitutto motivo di orgoglio, per essere accostato ad un allenatore di tale livello, ma rappresenta soprattutto una gratificazione dopo tanti anni di carriera, costellata da sacrifici. La vittoria della Coppa Italia la ritengo nè un punto di arrivo, nè un punto di partenza, ma solamente una tappa di uno straordinario percorso iniziato tre anni fa.
Su Lavezzi non so cosa dire. Quando ci sono in ballo gli interessi di società e calciatore, gli allenatori c'entrano poco e sono gli ultimi a sapere le cose. Se dovesse andar via, comunque, mi dispiacerebbe. Tutti i miei calciatori sono un pò come figli, le sue lacrime di Roma, poi, mi hanno commosso. Il presidente De Laurentis, come è noto, non è in Italia in questo momento. Nei prossimi giorni abbiamo un appuntamento telefonico per fissare un incontro, al quale andrò molto volentieri e con molta tranquillità. Io sono un dipendente e devo attendere direttive dalla proprietà. Come ho già avuto modo di ripetere più volte, ho un contratto fino a giugno 2013 che dal canto mio intendo rispettare. Io, però, sono solo una componente, non posso sapere quale siano le intenzioni della società. Per quanto riguarda il mercato, fatemi prima incontrare la società e poi saprò dirvi qualcosa in più
".

Luigi De Magistris, sindaco di Napoli, ha aggiunto: "Ricordo Bearzot, la sua finale Mondiale ho avuto modo di seguirla a Marina di Camerota in campeggio. Napoli non e' solo calcio. Sono contentissimo di avere la Coppa Davis di Tennis a Napoli a settembre. La vittoria della Coppa Italia ha ridato un'immagine vincente alla nostra città. Giusto dare il Premio Bearzot a Mazzarri in un contesto che vede citta' e sportivi uniti".

Giancarlo Abete, presidente della Figc, ha rilasciato alcune dichiarazioni: "Il Premio Bearzot e' motivo di grande soddisfazione. Walter Mazzarri e' stato protagonista di una stagione molto esaltante col Napoli. C'e' stato l'intervento dell'allenatore per raggiungere un traguardo importante come la Coppa Italia. Il riscatto rappresenta il motore per annullare gli errori del passato. Premio mensile per il Fair Play? Certo, si puo' fare, cio' che conta e' che non diventi una competizione del tipo: "Perche' il premio l'ha avuto il Milan, piuttosto che l'Inter, il Verona o il Chievo. L'ha fatto la Fiorentina, che per un mese non ha assegnato il cartellino viola. Ho proposto che i primi quattro classificati dell'Europa League possano partecipare ai preliminari di Champions, per rendere la competizione più avvincente. Blatter e i rigori? Io sono favorevole ai rigori, perchè inserire la regola del Golden Gol durante i supplementari è la morte del calcio".
Gianni Petrucci, presidente del Coni, ha elogiato l'allenatore azzurro: "Prima di tutto voglio complimentarmi con Mazzarri. La vittoria della Coppa Italia e' un traguardo notevole per un allenatore e per un club. A Napoli non si vinceva da tempo, per cui bisogna essere orgogliosi".
Vincenzo Iacopino, presidente dell'Ordine Nazionale Giornalisti, attacca una parte dell'informazione: "E' vergognosa la figura del giornalista tifoso. Noi dovremmo lavorare raccontando i fatti e non facendo il tifo".
Marco Galdiolo, presidente dell'US Acli, si e' complimentato con Mazzarri: "Ha avuto la bravura di saper unire un gruppo vincente come quello del Napoli, non e' facile farsi ascoltare da tante persone e i risultati si sono visti".

Francesco Paris