Campionato Berretti, Latina resta in vetta

Pubblicato il: 27-01-13

Al termine della terza giornata del campionato Berretti, il vertice della classifica non cambia. Al comando della graduatoria, a quota 36 punti, resta il Latina in virtù della vittoria esterna ottenuta ai danni dell'Ascoli. Ad inseguire i pontini, proprio come nel campionati di LegaPro, c'è l'accoppiata Avellino - Frosinone. Il sodalizio ciociaro ha regolato con un perentorio 5-0 il Foligno. L'Avellino ha invece battuto per 2-1 il Chieti. Vittoria rotonda anche per l'Aprilia che, tra le mura amiche, si è imposta sull'Arzanese.

ASCOLI – LATINA 1-2
ASCOLI: Refice, Vona, Seri, D’Onofrio, Del Moro, D’Errico, Abbonizio, Seghetti, Massimiani, Morero, Dragonetti. A disp.: Salvador, Margiotta, Ajdini, Spieditti, Catinali, Mazza, Di Antonio. All.: Carboni
LATINA: Spilabotte, Anastasio, Bucciarelli, Berti (43’st Blandini), Tomei, Celli Addessi, Barbazza, Placidi (18’st Assorati), Rosella, Peressini. A disp.: Colarieti, Guardabasso, Riggi, Travaglini, Areni. All.: Ghirotto
Arbitro: Belegni di Jesi. Assistenti: Kondramev e Palestrini di S. Benedetto del Tronto
Marcatori: 13’pt Tomei, 31’pt Massimiani, 41’st Celli
Note – Ammoniti: Barbazza, Abbonizio, Seghetti
Vittoria esterna per la Berretti di mister Ghirotto che batte l’Ascoli e rimane in vetta alla classifica con un punto di vantaggio rispettivamente su Avellino e Frosinone. Vittoria per 2-1 ottenuta con la solita grinta e determinazione. Dopo due occasioni con Placidi e Peressini, i nerazzurri vanno in vantaggio al 13’: calcio d’angolo dalla sinistra, Rosella riceve palla da Addesso e poi mette al centro dove Tomei stacca anticipando tutti battendo il portiere di casa. Al 32’ il pareggio dei marchigiani con Massimiani che sfrutta al meglio un malinteso tra Spilabotte e Celli e mette in fondo al sacco. Nella ripresa arriva la reazione nerazzurra, ma il vantaggio arriva soltanto al 41’, quando da un punizione battuta da Bucciarelli, Celli riceve in area ed è bravissimo a stoppare di petto e  poi girare a rete in mezzo a due avversari.
Le buone notizie per il settore giovanile nerazzurro non sono finite qui. Domani, 28 gennaio, Pierpaolo Bucciarelli parteciperà ad uno stage a Coverciano riservato agli Under 19. Sotto la guida del CT Valerio Bertotto il giocatore nerazzurro, come i compagni Placidi e Barbazza la settimana scorsa, effettuerà dei test ed una partitella di prova.
 
FROSINONE - FOLIGNO 5-0

FROSINONE: Palombo, Pompei, Ruggiero, Ranelli, Ferri (20° Tufi G.), Tufi F., Neccia, Evangelisti (72° Pontrelli), Regolanti, Mastroianni, Toto (67° Pascarella). A disp: Noto, Verrelli, Maceroni, Manzo. All. Sig. Marsella.
FOLIGNO: Campana, Baronci, De Santis, Fattorini, Grifoni, Bellucci (57° Mardare), Ferretti, Fanini, Fastellini (62° Piancatelli), Brunori (57° Calabretta), Catalano. A disp: Rospetti, Burini, Maggi, Doday. All. Sig. Petrini.
ARBITRO: Sig. Ciarniello (Roma 2).
ASSISTENTI: Sig. Simeone e Sig. Franchitto (Cassino).
MARCATORI: 5° Neccia (FR), 48° Regolanti (FR), 53° Toto (FR), 70° aut. Baronci (FR), 90° Pascarella (FR)
AMMONITI: Pompei, De Santis, Fattorini.
NOTE: recuperi 2°pt e 3°st; angoli 3 – 2.
‘’Manita’’ stile Barcellona della Berretti frusinate che travolge il Foligno con un secco 5 – 0. Sotto lo sguardo di Mister Roberto Stellone il Frosinone sfoggia una prestazione maiuscola specie nel secondo tempo, superando largamente gli umbri che scendevano al Comunale di Supino da quarti in classifica. Avvio veemente dei canarini, pericolosi dalle parti del portiere ospite Campana già al 2° con una spaccata in controbalzo di Neccia a centro area poco alta sulla traversa. Il 5° è il minuto del vantaggio gialloazzurro, firmato da Neccia che, questa volta, centra il bersaglio grosso inserendosi all’altezza del dischetto del rigore, sfruttando con un preciso destro il lancio da trequarti campo di Mastroianni. L’immediato 1 – 0 rallenta il ritmo della manovra dei padroni di casa, comunque ottimamente disposti e impensieriti non prima del 30° su un passaggio lungo che chiama Palombo alla tempestiva uscita di piede. Ancora Palombo fa buona guardia poco dopo, al 33°, bloccando a terra un diagonale debole del centravanti Fastellini, ben servito in profondità dal dieci Brunori. La vera chance da gol arriva però al 37° ed è nuovamente a favore del Frosinone che, divora letteralmente il raddoppio sugli sviluppi di un corner battuto da Ranelli e sprecato da Tufi F., incredibilmente impreciso sopra la traversa dopo un batti e ribatti in area. Si va negli spogliatoi sul risultato di 1 – 0. Al rientro sul terreno di gioco, il Foligno trova l’undici frusinate agguerrito e deciso a far sua l’intera posta in palio, mettendo in discesa il match al 48° con il guizzo sul filo del fuorigioco di Regolanti che fa 2 – 0 controllando di destro una punizione calciata velocemente da Evangelisti e, sempre di destro, infilando Campana. A questo punto la formazione di Mister Marsella ha il merito di non ‘’sedersi’’ sul 2 – 0 maturato, trovando la via della rete con il potente destro di Toto, smarcato da Neccia al 53° e, non consentendo agli avversari di imbastire azioni pericolose dalle parti di Palombo, inoperoso nella ripresa. A completare la prova fornita dal Frosinone giunge al 70° l’autogol del difensore umbro Baronci, sfortunato nella deviazione di testa alle spalle del suo portiere su cross di Pascarella che, poi, al 90°, si toglie anche la soddisfazione personale marcando il definitivo 5 – 0 comodamente a porta sguarnita. Sbaragliato il Foligno, la Berretti frusinate continua così la rincorsa al Latina, distante soltanto una lunghezza alla testa del Girone D.

APRILIA - ARZANESE 5-0

APRILIA. Provaroni 6.5, Olivieri 6.5, Margagliano 6 ( 32' st Sacco), Bianciardi 7 (28' st Lucarini ), Mantineo 7, Quartaroli 6 (1' st Nardi 6.5 ), Fedeli 6.5, Marino 5.5, Amico 7, Rante 7.5, Mele 6. A disp. Adinolfi, Pacenti, Tabarini, Moretti. All. Persia
ARZANESE. Bellarosa 5, Lanzaro 6, Velluso 5.5, Perna 5, Gala 5, Proietto 5 (40' pt Margiotta 5.5 ), Augusto 5.5 ( 21' st Mendetta ), Dragone 5, Scherma 6, Marano 6, Montanino 5 (1' st Riso 5.5 ). A disp- Uzzolo, Spinelli, Saraco, Cimmino. All. Sihanovitch
ARBITRO. Pozzi. Di. Roma 1. Voto. 6
ASSISTENTI. Siragusa. di. Latina, Falasca. di. Roma 2
MARCATORI. 7' pt, 15' pt, 40'st Rante, 8' st Mantineo (rig.), 46' st Fedeli
NOTE. Espulsi al 28' st Marino (Apr.) e Dragone ( Arz.) per scorrettezze, Ammoniti. Olivieri, Marino, Bianciardi, Gala, Lanzaro, Riso, Margiotta. Angoli. 5-3. Rec. 2' pt - 3' st.
Buona gara dell'Aprilia ,che si sbarazza facilmente dell'Arzanese con un perentorio risultato, forse un po' troppo pesante per la squadra campana. Il primo tempo e' un monologo per l'Aprilia, si parte
e già al 5' si rende pericolosa, cross dal fondo di Fedeli per la testa di Mele appostato al centro area, che impegna Bellarosa, passano due minuti e c'è il vantaggio pontino, cross dal fondo di Amico per l'accorrente Rante che insacca di prepotenza. Al 15' raddoppia l'Aprilia, ancora binomio Amico-Rante, lavora bene un pallone al limite dell'area l'attaccante apriliano, passaggio per Rante e gran tiro al volo e palla sotto il sette. Un minuto dopo e' Amico, lanciato a rete da Marino, a sfiorare il palo solo davanti a Bellarosa . Continua costante la pressione dell'Aprilia, al 29' punizione sulla fascia sinistra , calcia Fedeli al centro dell'area dove Bianciardi trova la battuta in scivolata, ma la palla si perde d'un soffio a lato. Nell'ultimi minuti ci sono ancora due opportunità per l'Aprilia, prima e' Marino al 45' ad impegnare in un difficile intervento Bellarosa su azione da calcio d'angolo, nei minuti di recupero e' ancora Amico che si presenta solo davanti al portiere campano, ma il suo tiro viene respinto. Quasi inesistente l'Arzanese nel primo tempo.
Cala un po' il ritmo nel secondo tempo , ma l'Aprilia trova subito il terzo gol all'8' su calcio di rigore concesso dall'arbitro per un netto fallo di Riso su Amico lanciato a rete, dal dischetto calcia Mantineo angolato e preciso. Al 22' si vede l'Arzanese con Scherma ,uno dei pochi a non mollare mai, con un tiro da fuori area che impegna severamente Provaroni a terra. Nei minuti finali l'Aprilia dilaga, 40' corner battuto da Fedeli, parabola perfetta in area ,dove sbuca Rante ed insacca il suo terzo gol personale, al 43' ancora Scherma per la squadra campana, impegna Provaroni in una splendida parata. Nell'ultimo minuto di recupero c'è gloria anche per Fedeli che con un tip da fuori area trova l'angolo giusto per il quinto gol apriliano.


RISULTATI - 
Giornata 3 - Ritorno
Data e Ora    
26-01-2013     APRILIA-ARZANESE          5-0    
26-01-2013     CHIETI-AVELLINO              1-2    
26-01-2013     FROSINONE-FOLIGNO    5-0    
26-01-2013     CAMPOBASSO-FONDI      1-2    
26-01-2013     ASCOLI-LATINA                  1-2    
26-01-2013     BENEVENTO-PERUGIA    0-2    
26-01-2013     L'AQUILA-TERAMO             0-3    
Squadra in riposo: AVERSA NORMANNA


    Squadra        Pti    
1    LATINA               36
2    AVELLINO         35    
3    FROSINONE    35    
4    PERUGIA          31    
5    FOLIGNO          30    
6    TERAMO           28    
7    APRILIA             27    
8    FONDI               27    
9    BENEVENTO    20    
10    ARZANESE    19    
11    AVERSA NORMANNA    17    
12    CHIETI                  16    
13    CAMPOBASSO    16    
14    L'AQUILA              14    
15    ASCOLI                0    

G.P