Cori, pirotecnico pareggio

Pubblicato il: 07-12-14

Emozioni, goal e spettacolo allo Stoza dove il Cori ospita la capolista Lepanto Marino. Non è affatto intimidita però la squadra di casa che, anzi, prende subito il match in mano e passa al 14’ con il solito Funari che controlla palla alla tre quarti e dopo aver seminato due difensori avversari batte con freddezza Troiani. Trovato il vantaggio, il Cori schiaccia gli avversari nella loro metà campo premendo alla ricerca del raddoppio. Intorno a metà frazione la difesa ospite salva due volte la porta anticipando all’ultimo momento prima il tap-in di Funari, poi il colpo di testa di Dei Giudici. Al 28’ ancora occasionissima per i padroni di casa, il cross di Ciotti scavalca il portiere e pesca Funari da solo e a porta sguarnita, ma in posizione leggermente defilata ed il colpo di testa dell’attaccante trova solo l’esterno della rete. E’ il preludio al goal comunque, per un Cori padrone del campo e la gioia dei tanti tifosi accorsi arriva alla mezz’ora: Troiani salva miracolosamente sul tocco ravvicinato di Funari ma Dei Giudici arriva più lesto di tutti a ribadire in rete per il 2 a 0! Sembra fatta per i giallorossi, fino a quel momento letteralmente padroni della partita; passano invece appena tre minuti e gli ospiti rialzano la testa: il Cori perde ingenuamente palla al centrocampo, diagonale secco di Sbraglia che Ristic ribatte sui piedi di Binaco che non sbaglia ed accorcia le distanze. Al 40’ lo stesso Binaco prova a rendersi pericoloso su calcio piazzato, deviato dalla barriera. Si va negli spogliatoi sul risultato del 2 a 1. Al rientro è ancora il Cori a rendersi pericoloso con avvio veemente che porta subito al tiro ravvicinato di Funari, deviato all’ultimo dal difensore. Un minuto dopo ci riprova l’ex Sermoneta con una girata da centro area che termina alta. Poi è Casaburi a tentare il jolly dai venti metri, Troiani deve allungarsi per deviare in angolo. Ennesima occasione sulla battuta del corner, la palla attraversa tutta la linea di porta senza trovare la deviazione giusta. Il Lepanto sembra alle corde in attesa solo del k.o. ed invece al 50’ raggiunge l’insperato pari grazie al secondo “regalo” dei giallorossi, questa volta beffati da una punizione-cross da posizione defilata ed apparentemente non pericolosa di Sbraglia. Molle subisce il secondo cartellino giallo lasciando i suoi anche in dieci. E’ il Cori ora ad accusare il colpo per una partita che aveva praticamente dominato e che, ad un minuto dal termine, vedeva addirittura la beffa rendersi ancora più atroce con il 3 a 2 ospite siglato da Virli pronto a battere in rete il traversone sempre da calcio piazzato di Sbraglia. Con un uomo in meno e praticamente dopo una grande occasione gettata al vento, il Cori tenta l’ultimo assalto alla ricerca, almeno, di un più che meritato pari e lo trova all’ultimo secondo in un finale thriller, con la punizione-capolavoro di Funari che fa esplodere lo Soza. Il pareggio, seppur ripreso all’ultimo, sta sicuramente stretto al Cori che ha visto la vittoria sfuggire solo per un’insolita disattenzione dimostrata in fase difensiva (Ristic inoperoso oltre le tre reti subite in altrettante circostanze!) in un match che ha comunque confermato il Cori all’altezza delle grandi.

ASD CORI – LEPANTO MARINO 3-3
 Asd Cori: Ristic; Chiarucci; Dei Giudici; Gazzi (Kap.); Antonelli (90’ Sorrentino); Casaburi (59’ Maruggi); Soumah (65’ Capasso); Molle; Ciotti; Triola; Funari. A disp:Roma; Paloni; Fiori; Scifoni  All.: D’andrea
 Lepanto Marino: Troiani; Arcadu; Pisapia; Mastrandrea (75’ Materazzi); Volpiani; Quadrini; Bianchi (55’ Sina); Sbraglia; Virli; Binaco (90’ Zampetti); Capolei. A disp Di Gioisa; Maggi; Maiolini; Ricci. All.: Santececca
Marcatori: 14’ Funari, 30’ Dei Giudici, 33’ Binaco, 50’ Sbraglia, 88’ Virli, 94’ Funari.
Ammoniti: 19’ Sbraglia; 37’ Quadrini; 37’ Soumah; 53’ Antonelli; 72’ Molle;  82’ Virli; 84’ Sina 95’ Funari..
 Espulsi: 80’ Molle (Per Doppia Ammonizione)

 

C.S.