Il Formia con doppietta di Zaccaro e Accrachi continua a sognare

Pubblicato il: 15-03-15

Il Formia domina, fa tre goals, rimane in nove per una duplice espulsione comminata da un arbitro sin troppo fiscale, rischia di vedere riaperta la gara, ma alla fine riesce a portare a casa un successo tanto meritato quanto prezioso, che vale il nono “timbro” su dieci gare del girone di ritorno con le doppiette firmate dalla coppia d’ attacco Accrachi-Zaccaro.
L’ avvio è subito brioso. Prima sono gli ospiti ad andare al tiro con Perrella, che impegna a terra Zeoli, poi rispondono i locali con Andrea Scipione, il cui tiro su cross di Accrachi termina alto, e subito dopo con una respinta in corner della difesa ospite.  I locali cercano di alzare subito i ritmi, ed al quarto d’ ora il goal viene solamente sfiorato: cross dalla destra di Scipione, Accrachi (nella foto di Simone Troisi) scivola al momento del tiro e Schettino sottomisura non riesce a trovare la deviazione giusta. La gara è sempre nelle mani dei locali, che ci provano anche poco dopo la mezz’ ora, con un diagonale rasoterra dal limite di Accrachi che spedisce di poco a lato. Ed al 35’ arriva il vantaggio formiano: angolo di Gagliardi, sul primo palo Zaccaro si avvita di testa e mette in rete sul secondo palo. Qualche istante dopo, sono gli ospiti a sfiorare il pareggio, con un colpo di testa di Perrella che, su cross di Kishka, incorna sul secondo palo chiamando Zeoli ad una difficile deviazione in angolo. Ma subito dopo, ecco il raddoppio: giocata veloce sulla fascia destra di Accrachi, traversone basso sul secondo palo dove in corsa Zaccaro appoggia in rete firmando raddoppio e doppietta personale.
Il secondo tempo comincia sulla stessa falsariga del primo. La prima chance arriva dopo 8 minuti: contropiede veloce di Scipione, palla per Di Florio il cui diagonale in corsa viene respinto in angolo da Lonato. Qualche minuto dopo il Formia rimane in dieci per l’ espulsione di Volpe, ma i locali non sembrano risentirne. E due minuti l’ ora di gioco, ecco la terza rete, frutto di un infortunio della retroguardia ospite: malinteso tra Sacco e Lonato, la palla è sui piedi di Accrachi che a porta vuota appoggia in goal. Ma la partita si complica per i locali: su un contrasto tra Del Nunzio ed il neo entrato Nacanibou, il difensore di casa viene espulso ed il Formia rimane in nove. Poco dopo, un contatto in area tra Schettino e Perrella è giudicato da rigore, e dagli undici metri è Sacco che trasforma. E’ qui che la gara cambia inerzìa, ed il Sant’ Elia manca incredibilmente, con due giocatori a porta vuota, la chance per il 3-2. In contropiede Accrachi, servito da Schettino, firma la quarta rete battendo il portiere in uscita. Ma non è finita. Nacanibou trova di testa il goal che accorcia le distanze e che tiene ancora accesa la gara. Fino al termine non accade più niente, ed il Formia può festeggiare la nona vittoria su dieci partite.

FORMIA-SANT’ ELIA F. 4-2

FORMIA: Zeoli, Lavecchia, D Amora, Volpe, Del Nunzio, Keita, Scipione A., Schettino (45’ st Scariati), Accrachi, Gagliardi (7’ st Di Florio), Zaccaro (31’ st Scipione C.). A disp.: Fiorenza, Caraviello, Petrucci, Cardia. All.  Rosolino (squalificato, in panchina Petrone).
SANT’ ELIA: Lonato, Mantoan, Bastianiello (10’ st Pelle), Kishka, Sacco, Quattrociocchi, De Vivo, Coppola (3’ st Nacanibou), Perrella, Franchini, Setaro. All. Di Prisco.
ARBITRO: Giordani di Aprilia (Palmiero-Ciccarelli)
RETI : 35’ pt, 40’ pt Zaccaro, 17’ st, 40’st Accrachi, 32’ st Sacco (S, su rig.), 44’ st Nacanibou (S)
NOTE: la partita era valevole come settima edizione del Memorial “Giovanni Cardillo”, giovane tifoso biancazzurro venuto prematuramente a mancare, in ricordo del quale si è tenuta anche una breve cerimonia di premiazione.  Espulsi al 11’ st Volpe (F) per somma di ammonizioni, al 32’ st Del Nunzio (F) per gioco falloso; ammoniti Volpe, Scipione A. (F), Franchini, Sacco, Kishka  (S), recupero 1’ pt, 5’ st

Esami ok per Del Nunzio
Al termine della gara, il difensore biancazzurro José Del Nunzio (nella foto di Simone Troisi) è stato accompagnato presso l' Ospedale di Formia per accertamenti. Il difensore biancoazzurro ha preso una forte botta alla testa in un contrasto di gioco a chiusura del quale è stato addirittura espulso per gioco falloso. Gli esami svolti presso il "Dono Svizzero" non hanno evidenziato particolari problemi per il centrale formiano

C.S.