Unicusano Fondi vince e agguanta la quarta posizione

Pubblicato il: 22-03-15

Dopo dieci minuti ecco il vantaggio dei rossoblù. Pallone dalle retrovie per D’ Agostino, il fantasista entra in area serve rasoterra centralmente Evacuo che da pochi passi sospinge in rete. La risposta dell’ Aprilia arriva qualche minuto dopo: colpo di testa di Tozzi su punizione di Chiarucci, la sfera accarezza la parte alta della traversa. Ma poco prima del ventesimo, arriva il raddoppio per merito di capitan Rinaldi, che infila alla perfezione incornando all’ incrocio dei pali una punizione pennellata sul primo palo da D’ Agostino. E praticamente in fotocopia, arriva la terza rete; al posto di Rinaldi, sulla punizione crossata di D’ Agostino, c’è Evacuo, che di testa mette dentro la doppietta personale. Due minuti dopo, arriva la segnatura dell’ Aprilia, grazie ad un gran goal di Pagliaroli, che dal limite dell’ area sorprende Di Loreti, ma un minuto prima del riposo, ecco la quarta marcatura locale. La firma Angelilli, che in diagonale rasoterra risolve una mischia in area biancoceleste.

La ripresa parte con due contropiedi locali che non sortiscono effetto, ma la prima occasione è dell’ Aprilia, che dopo sei minuti dal fischio d’ inizio sfiora il goal con Tozzi, il cui fendente dal limite si stampa sul palo alla sinistra del portiere di casa. Ed al 15’ è Di Loreti che deve distendere la gamba per mettere in corner un diagonale rasoterra di Pagliaroli; lo stesso numero dieci che quattro minuti dopo si è visto annullare una segnatura per fuorigioco. Il goal ospite arriva al 21’: errato disimpegno della squadra di casa, tiro di Roversi respinto da Di Loreti, arriva Tozzi che appoggia in rete. L’ Unicusano Fondi prova a venir fuori, e prima è Caruso che deve intervenire con i pugni su una punizione di D’ Agostino, poi deve bloccare a terra un rasoterra in corsa di Angelilli. Ed in contropiede, a cinque minuti dalla fine, lo stesso Angelilli serve Evacuo che, in precaria posizione di equilibrio non trova, spalle alla porta, la deviazione vincente. Quella clamorosamente mancata, tre minuti più tardi, da D’ Agostino il quale, servito da Carbone, manda fuori di poco solo davanti a Caruso. Tutto da vivere il finale: prima è Visone a trovare, dalla distanza, il goal del 4-3, mentre nell’ ultimo sospiro del recupero un classico contropiede di D’ Agostino fissa il punteggio finale. Per il nuovo successo rossoblù.

UNICUSANO FONDI 5-3
UNIC. FONDI: Di Loreti, Ciaramelletti, Bocchino (30’ st Cirilli), Maisto, Barbato, Rinaldi, Carbone, Evangelisti (17’ st Nappo), Evacuo, D’ Agostino, Angelilli (43’ st Alfonsi). A disp.: Ludovici, Bertoldi, Addessi, Giordano, Cardillo, Piras. All. Pochesci.
APRILIA: Caruso, Maola, Toto, Marchetti (10’ st Schiumarini), Crepaldi, Chiarucci, Cioè (10’ st Visone), Tozzi, Roversi, Pagliaroli, Trincia (25’ st Fabiani). A disp.: Casciotti, Bonanni, Giangrande, Rante, Mele, Molinari. All. Fattori.
ARBITRO: Garoffolo di Vibo Valentia (Affronti-Yoshikawa)
RETI: 10’ pt, 36’ pt Evacuo, 19’ pt Rinaldi, 38’ pt Pagliaroli (A) 44’pt Angelilli, 21’ st Tozzi, 46’ st Visone (A), 49’ st D’ Agostino (Uf)
NOTE: spettatori 250 circa, giornata ventosa; ammoniti Evangelisti, Barbato, Nappo, Carbone (Uf), Caruso (A). Recupero 0’ pt, 4’ st.

 

C.S.