Rapidoo Latina, amichevole con il Fiumicino

Pubblicato il: 21-09-12

A due settimane circa dall’inizio del campionato, dall’esordio in casa (sabato 6 ottobre) contro la neo retrocessa Augusta, la Rapidoo Latina Calcio a 5 sta affrettando i tempi per farsi trovare pronta a questo primo grande appuntamento della stagione. Domani, sabato 22 settembre, la formazione nerazzurra di Marco Angelini tornerà in campo al PalaBianchini, alle ore 11, per affrontare il Fiumicino nella penultima amichevole programmata dallo stesso tecnico capitolino, in previsione dell’inizio del campionato. L’ultima sarà sabato prossimo, 29 settembre, quando la squadra, prima della presentazione ufficiale che avverrà al PalaBianchini, sfiderà l’Orte. “Ho chiesto ai ragazzi un po’ più di cattiveria, per carità soltanto agonistica, in queste amichevoli – ha tenuto a precisare lo stesso Angelini In alcune occasioni, soprattutto quando arrivava il momento di fare gol, ho visto quella rilassatezza che, in un campionato duro come la serie A2, non è ammessa. Con tutto il rispetto per le squadre che Latina ha affrontato lo scorso campionato – ha continuato Angeliniil campionato che ci apprestiamo a disputare, sarà tutta un’altra cosa e ci vorrà tanto, tantissimo spirito di sacrificio, per far sì che ci si possa ritagliare uno spazio importante. Quello spirito di sacrificio che la mia squadra sta acquisendo piano piano. So che non è facile. So che è difficile assimilare un credo, soprattutto per quanto concerne la fase difensiva, completamente diverso da quello dello scorso anno, ma dobbiamo riuscirci, perché l’appuntamento del 6 ottobre è dietro l’angolo e davanti al nostro pubblico, vogliamo partire bene, alla grande”. La fase difesiva, dicevamo. E’ su questa che Angelini sta lavorado. “Passare da zona a uomo so che non è facile. Ci vuole – ha spiegato l’allenatore della Rapidoo Latina Calcio a 5 – molto spirito di sacrificio. Devo dire, però, che i ragazzi ce la stanno mettendo davvero tutta. Sopattutto negli ultimi allenamenti, li ho visto molto propensi a recepire questo nuovo messaggio per il quale, non lo nascondo, più di qualche volta mi sono arrabbiato molto. Bisogna aiutarci l’un con l’altro. Avere quella giusta cattiveria che in questa stagione farà la differenza. E questo, ai ragazzi l’ho detto, voglio vederlo anche in amichevole. Perché il campionato è più vicino di quanto possiamo pensare e, lo ripeto, dobbiamo abituarci a pensare e giocare in un certo modo. Mi trovo di fronte alla prima grande esperienza come allenatore – ha spiegato lo stesso Angelini – e voglio far bene. Con me lo vuole anche la società e la stessa squadra che, lo ripeto, mi sta seguendo con passione. Sono contento, ma com’è giusto che sia pretendo sempre qualcosa di più dai miei ragazzi”. E la squadra? “Ho dei giocatori importanti e dei giovani interessanti – ha concluso Angelini – Un buon mix ma, sul quale, bisogna lavorare. Soprattutto sui giovani, che vanno curati con dovizia di particolari, non buttati allo sbaraglio, ma guidati giorno dopo giorno. Ora abbiamo questa amichevole con il Fiumicino dove, l’ho detto ai ragazzi, voglio vedere più cattiveria agonistica”. 

Comunicato Stampa