Calcio Sezze, dichiarazioni di Marco Martelletta

Pubblicato il: 24-01-17

“Domenica è mancato l’approccio, forse perché il mercoledì precedente il recupero in casa del Priverno e la bella vittoria ci avevano un po’ stancato”. Non cerca alibi, forte della sua ventennale esperienza sui campi, Marco Martelletta, centrocampista classe 1980 del Calcio Sezze, che sta vivendo una “seconda giovinezza” in questa stagione complicata. Sulla gara di domenica spiega ancora: “Non abbiamo iniziato benissimo, poi siamo stati sfortunati a prendere il primo gol e a quel punto il Pontinia si è arroccato per non prenderne. Alla fine ne è uscito fuori un buon punto, perché si poteva anche perdere e sarebbe stato peggio. Ora ci concentriamo sulla gara di domenica sul campo del Suio. Sappiamo di trovarci di fronte una squadra ben attrezzata, ma allo stesso tempo sappiamo che un risultato positivo ci permetterebbe di accorciare la classifica, anche se le assenze di capitan Di Trapano e di Coia potrebbero pesare molto”. Sulla sua personale stagione Martelletta si ritiene per il momento soddisfatto: “Ho iniziato l’anno giocando poco. Ho fatto difficoltà ad acquistare la migliore condizione fisica. Ora però sto meglio e gioco, dando il mio contributo alla causa. Ogni anno – spiega il 36enne centrocampista rossoblu – non mi pongo il problema sul numero di partite giocate. So che per una questione anagrafica e fisica non posso giocarne 30, ma quando mi chiamano mi faccio trovare pronto. La cosa più importante è divertirsi e quando non mi divertirò più smetterò di giocare”. Campionato, con un alto numero di punti da recuperare e con un occhio vigile a quello che accade alle spalle, ma anche Coppa Italia, con la doppia sfida contro il Sermoneta che potrebbe garantire un posto nelle semifinali: “Pescare il Sermoneta – spiega Martellettava oltre l’aspetto tecnico-tattico. E’ sempre un derby e sarà più sentito rispetto ad altre gare. Rispetto all’ipotesi di pescare una romana, che considerata la nostra posizione in classifica poteva forse approcciare le due gare in maniera differente, con il Sermoneta questo non avverrà, perché ci conoscono bene e sanno cosa possiamo mettere in campo. L’importante – spiega ancora Martellettaè approcciare queste due partite con lo spirito giusto, consapevoli del nostri mezzi e consapevoli che la Coppa Italia resta al momento l’unico obiettivo raggiungibile”. Sulla situazione generale della squadra Martelletta vede il bicchiere mezzo pieno: “Il gruppo sta vivendo il momento delicato in maniera comunque positiva. Nessuno credeva di essere in questa posizione all’inizio, ma il calcio non è una scienza esatta e noi abbiamo avuto un grosso momento di difficoltà dal quale stiamo uscendo pian piano. Adesso – conclude il centrocampista del Calcio Sezze – approcciamo alle gare nella giusta maniera, infatti le ultime prestazioni sono state le migliori della nostra stagione”.

 

C.S.