Anzio battuto in casa dall Avellino

Pubblicato il: 27-09-18

L’Anzio non riesce nell’impresa di frenare la corsa dell’Avellino e al “Bruschini” incassa la seconda sconfitta in campionato. Decidono le reti di De Vena e Sforzini (doppietta per l’attaccante di Tivoli) nella prima metà del secondo tempo. Inutile, ai fini del risultato, il gol di Ludovisi in collaborazione con Artistico nel finale di gara.
LA PARTITA – Volpi, reduce dal buon pareggio a Colleferro contro il Città di Anagni, schiera l’Anzio con un 4-4-2, affidando alla coppia Prandelli-Artistico il compito di far male alla difesa irpina. Senza Graziani in panchina, sostituito da Macchioni perché costretto ad un ricovero nel reparto oculistico dell’ospedale “Moscati” di Avellino, i biancoverdi si dispongono in campo con un modulo speculare nel quale Gerbaudo veste gli insoliti panni dell’esterno sinistro. Poche le azioni da mettere a referto nei primi 45’: al quarto d’ora Ciotola trova un varco sulla sinistra, guadagna la linea di fondo e da posizione ravvicinata mette in mezzo un tiro-cross che Rizzaro è costretto a respingere in corner. La reazione neroniana è affidata al sinistro di Artistico dal limite, bloccato da Lagomarsini. Due buone chances per gli ospiti tra il 38’ ed il 45’ ma nel primo caso il tentativo di girare in rete un cross di Tribuzzi da parte di Gerbaudo si infrange sulle gambe di Visone, nel secondo Mikhaylovskiy sceglie bene il tempo dell’inserimento sulla punizione dal fondo di Gerbaudo ma non inquadra la porta. Alla ripresa delle ostilità Tompte e De Vena sostituiscono Buono e Ciotola nell’Avellino e proprio De Vena sblocca il risultato al 51’, battendo Rizzaro col mancino appena dentro l’area dopo un lungo lancio di Matute rifinito da Tribuzzi al limite. Al 55’ Gerbaudo batte un corner dalla destra, Morero fa la sponda sul secondo palo per Sforzini che, in area piccola, si gira e batte Rizzaro con una conclusione di potenza. Dieci minuti più tardi, Matute vince un contrasto nella propria area di rigore e serve in profondità De Vena, il quale entra in area e serve l’accorrente Sforzini che non ha difficoltà a battere ancora Rizzaro all’altezza del dischetto. L’Anzio reagisce nell’ultimo quarto d’ora, con un modulo a trazione offensiva. Ludovisi ci prova con una spettacolare rovesciata che si infrange sulle gambe di Morero al 75’ e trova il gol al 79’, con una impercettibile tocco sulla punizione dalla trequarti di Artistico che mette fuori causa Lagomarsini. Al novantesimo lo stesso Artistico va vicino al gol con un calcio piazzato dal limite dell’area che supera la barriera ma si spegne a lato. È l’ultima emozione dell’incontro, l’Avellino vince 3-1 al “Bruschini” e rimane a punteggio pieno dopo tre giornate.  
ANZIO – AVELLINO 1-3
ANZIO
(4-4-2): Rizzaro.  Di Palma, Giordani (32’st Lazzarini), Visone Costanzo (8’st Pirazzi); Del Prete (25’st Di Magno F.), Sterpone, Papa, Di Magno M. (4’st Florio); Artistico, Prandelli (22’st Ludovisi). A disp.: Bartolelli, Bruno, Arcaleni, Abukheit,. All.: Volpi
AVELLINO  (4-4-2) Lagomarsini; Nocerino (28’st Patrignani), Morero, Mikhaylovskiy, Parisi; Tribuzzi, Buono (1’st De Vena), Matute, Gerbaudo (32’st Ventre); Sforzini (21’st Acampora), Ciotola (1’st Tompte). A disp: Bruno, Mentana, Urbansky, Dondoni. All.: Macchioni (Graziani indisponibile)
ARBITRO: Catanoso di Reggio Calabria
ASSISTENTI: Pedone di Reggio Calabria – Pizzi di Termoli
MARCATORI: 6’st De Vena (AV), 10’st, 20’st Sforzini (AV), 34’st Ludovisi (AN)
NOTE – Ammoniti: Nocerino. Angoli:4-3. Fuorigioco: 2-1. Recupero: 2’pt, 4’st

 

 

C.S.