La Cina incontra le imprese italiane

Pubblicato il:28-06-16

La delegazione del governo cinese di Guangdong incontra a Roma imprese e istituzioni per presentare il progetto H Ireo MSR Expo Padiglione Italia: il prossimo 20 luglio, presso lo Stadio Domiziano, l’appuntamento è con la presentazione ufficiale della 3° edizione della fiera internazionale 21st Century Maritime Silk Road Int. (MSR) Expo di Dongguan, in programma dal 27 al 30 ottobre 2016 nella provincia cinese del Guangdong.  
A introdurre il progetto H Ireo MSR Expo Padiglione Italia è Punto Zero International, azienda promotrice dell’evento, e alcuni esponenti del governo cinese, tra cui il deputato e segretario generale del Governo Popolare della Città di Dongguan, il Segretario Esecutivo Generale del Comitato Organizzativo MSR Expo e Direttore dell’Ufficio del Commercio della Città di Dongguan, il deputato direttore dell’Ufficio Affari Esteri di Dongguan, la Direttrice del Centro degli Investimenti e della Promozione estera di Dongguan, accompagnati dai rappresentanti del Consolato cinese in Italia.
Per la prima volta, infatti, l’Expo di Dongguan includerà il Padiglione Italia, con la presenza di aziende specializzate nei settori del food, dell’artigianato, dell’arte, della cultura e del turismo, che verranno ospitate in fiera e in albergo gratuitamente. Il progetto - patrocinato dalla Camera di Commercio Italo Orientale e promosso dal governo cinese della provincia del Guangdong in collaborazione con Punto Zero International - si inserisce nell’iniziativa strategica, economica e commerciale One Belt One Road (OBOR) del presidente cinese Xi Jingping. La manovra economica, lanciata nel 2014, ha lo scopo di promuovere il commercio e le relazioni coi Paesi dell’Asia e dell’Europa reinvestendo la sovra capacità interna del Paese - acciaio, cemento e alluminio - e il capitale per lo sviluppo regionale delle infrastrutture.
Per le imprese italiane la possibilità di esporre e commercializzare i propri servizi e prodotti, relazionandosi con un mercato internazionale, è un’ottima opportunità per aumentare il valore di importazione ed esportazione. La mostra si propone di promuovere le infrastrutture, lo sviluppo economico commerciale, il turismo e i progetti di cooperazione culturale tra Guangdong e i Paesi lungo la via della seta marittima, attraverso l’esposizione di prodotti tipici di qualità. L’obiettivo è quello di accelerare lo sviluppo di nuove forme di commercio con l'estero, sostenendo il progresso creativo di commercio transfrontaliero, e-commerce, logistica di spedizione.
L'ultima esposizione ha attirato più di 1400 espositori di cui il 70% stranieri, più di 100 mila visitatori, oltre 20 mila buyers, e si è confermata profittevole per l’80% degli espositori.

 

Punto Zero International, azienda toscana specializzata nell’organizzazione di eventi internazionali ha un proprio ufficio in Cina - Guangzhou Charme Ltd - ed ha ottenuto dal comitato MSR Expo il compito di realizzare il Padiglione Italia all’interno del progetto H Ireo. Con l’avvio di tale proposito, Punto Zero International intende favorire lo scambio commerciale e culturale tra Italia e Cina. Il progetto è nato nel 2013 da un'idea dell’imprenditrice toscana Arianna Battini, che dal 1995 ha avviato rapporti commerciali con aziende cinesi nelle calzature e nella pelletteria, fino ad ampliare l’attività e i rapporti con le istituzioni e con le imprese di altri settori del commercio. La sua esperienza è diventata trasversale sia sul territorio che sulle diverse competenze di business, in grado di leggere le differenze culturali tra l’Italia e la Cina ed in questo modo interpretare il cambiamento dei tempi . Il progetto è stato lanciato nel dicembre 2013 a Shiling (Huadu-Guangzhou) nell’area del progetto governativo China Leather Park.

 

C.S.



lapp Latina Calcio