Latina, Calandrini e Marchiella incontrano il Questore De Matteis

Pubblicato il:13-12-16

Il capo gruppo di Fratelli d'Italia- An  al comune di Latina, Nicola Calandrini ed il consigliere Andrea Marchiella, hanno incontrato questa mattina il Questore dott. Giuseppe De Matteis per esprimergli le felicitazioni per la cittadinanza onoraria che gli sarà conferita dal Consiglio Comunale di Latina il prossimo 15 dicembre.
"Abbiamo voluto portare oggi il nostro saluto al dott. De Matteis, perchè quel giorno non potremo essere  entrambi a Latina  a causa di concomitanti ed irrimandabili  impegni familiari fuori città, precedentemente programmati "spiega Calandrini" ma ci sembrava doveroso non far mancare, in ogni caso, un vivo pensiero di plauso e di piena condivisione dell’iniziativa. Pertanto, personalmente, ed a nome del gruppo di Fratelli d’Italia, sono sinceramente lieto di esprimere al Dott. De Matteis un sentito ringraziamento per il lavoro svolto e per l’encomiabile impegno profuso; ringraziamento che vorrei estendere anche alla sua squadra piena di  donne e uomini che ogni giorno si prodigano per difendere la sicurezza dei cittadini. Persone  che con il loro rigore e la loro professionalità, hanno saputo risvegliare  nella cittadinanza un forte senso civico e trasmettere quello  spirito della Repubblica che sembrava dimenticato. Oggi questa città è orgogliosa del lavoro delle forze di polizia, grazie alle capacità di guida ed al  senso del dovere espressi dal dott. De Matteis."
Il riconoscimento che, in questo giorno, la città   esprime al Questore è segno, forte,  di un importante cambio di passo; laddove la legalità veniva prima intesa come mera osservanza di regole, oggi, al contrario, è sentita come tutela e quale caposaldo della democrazia, suprema garanzia della convivenza civile.  Tale ottimo risultato non può che costituire uno sprone per proseguire l’azione che la sua funzione prevede. Calandrini si dice fermamente convinto che  primo compito della politica sia quello di occuparsi del bene pubblico, mai considerandolo come privato,  vigilando attentamente e soprattutto sul corretto uso delle procedure amministrative. Spesso questi temi diventano discrimine di parte, laddove invece dovrebbero, se ci si crede veramente, essere patrimonio collettivo.  Vi è, dunque, un dovere di grande responsabilità  che, come politici,  è necessario onorare, giacché i partiti, così come le associazioni, concorrono alla crescita della comunità.  Per questo, occorre che  i rappresentanti dei partiti esigano al loro interno il dovuto rigore, senza che possa emergere alcun “lasciapassare” collettivo, al fine di evitare che essi, abusando del loro  ruolo, esulino da questo fondamentale dovere.
E nell'augurare al dott. De Matteis i più sinceri saluti ed auguri di buon lavoro Calandrini ribadisce come " questo sarà il nostro impegno, auspicando di poter lavorare tutti insieme per eliminare, ove ancora ce ne siano, sacche di sopruso e di rendite. Noi siamo pronti, partendo dal vostro esempio, a collaborare in tutte le forme possibili, senza sconti e senza pregiudizi.  Sono e siamo dall’unica parte che ci rappresenta, quella della Legge."

 

C.S.



lapp Latina Calcio