Ferentino in Fiaba

Pubblicato il:16-12-16

Il sindaco, Antonio Pompeo: nella Chiesa di san Francesco, ringrazieremo i ragazzi delle Scuole che hanno risposto in maniera entusiastica al concorso, proposto dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione, realizzando video inerenti al Natale. Spazio alla proiezione dei migliori e lettura delle letterine spedite a Babbo Natale, raccolte presso la Casetta posta nei Giardinetti di Collepero, in occasione di Caramellandia, strepitoso Natale, a cura del comitato residente.
Sabato 17 e domenica 18 gli appuntamenti, in Piazza Matteotti, con Ferentino in Fiaba. Da molti anni dedichiamo spazi e appuntamenti, nella programmazione degli eventi, per i ragazzi, i più piccoli e per le famiglie, spettacoli messi in scena da famose compagnie di teatro, pensati per un pubblico di bambini, ma che sono molto apprezzati anche dagli adulti. Una scelta che contraddistingue la nostra offerta culturale-ricreativa, storie immaginarie e paradossali, divertenti e allegre, di grande effetto, maschere, musiche, allestimenti colorati, attori artisti, fuochi e maschere, scenografie di grande impatto.
Sabato 17 Dicembre ore 16.00 Il Borgo del Piccolo Popolo, sfilata musicale per le vie del centro con gnomi, elfi e folletti, a cura della compagnia de I Guardiani dell’Oca e dei trampolieri della Notte dell’Ilex; alle ore 17.00 La notte di Santa Claus, spettacolo itinerante lungo le vie del centro storico con attori, musici e trampolieri, Compagnia Guardiani dell’Oca.
Domenica 18 Dicembre ore 11.00 Il Borgo del Piccolo Popolo, sfilata musicale per le vie del centro con gnomi, elfi e folletti, a cura della compagnia I Guardiani dell’oca e Trampolieri della Notte dell’Ilex;  alle ore 17.00 in Piazza Matteotti, Natalina e la leggenda delle luci colorate, spettacolo con trampoli e fuochi, Compagnia La notte dell’Ilex.
Compagnia I Guardiani dell’Oca. In un‘atmosfera prettamente fiabesca, gli spiritelli del piccolo popolo faranno a gara nel raccontare, a loro modo, la vera storia di Santa Claus. Come nasce? Dove abita? Perché la sua figura si è legata al Natale, ma soprattutto, perché quando si pensa al vecchio anziano signore con la barba bianca, pensiamo ai doni e alla gioia dei bambini? Gli spiritelli del piccolo popolo cercheranno di rispondere a ognuna di questa domande con racconti, danze, musiche, balli, canti laboratori creativi e parole, capaci di far rivivere la gioiosa atmosfera del Natale. Una sfilata allegra e colorata di artisti di strada invaderà i luoghi che saranno oggetto della rappresentazione e accompagnerà grandi e piccini lungo i sentieri narranti una storia senza tempo, una storia capace, ci auguriamo, di proiettarci in una visione immateriale dell'esistente, capace di unire gli sguardi 'nel limbo sublime della fantasia'. Le occasioni per divertirsi e giocare non mancheranno e ognuno potrà riscoprire la gioia di cose semplici come passeggiare, sognare e ballare con gli "spiriti dell'incanto".

 

C.S.



lapp Latina Calcio