Latina Ambiente, il personale in cassaintegrazione sarà re-impiegato

Pubblicato il:20-07-11

In merito all’avvio delle procedure di cassa integrazione per quattro lavoratori della Latina Ambiente S.p.A. addetti al settore della bollettazione Tia, l’amministrazione comunale sottolinea che sono state attivate le iniziative per la ricollocazione delle quattro risorse prima della scadenza del periodo di cassa integrazione. L’assessore comunale ai “Servizi finanziari e patrimonio”, Giuseppe Di Trento, che ha ricevuto ufficialmente le deleghe dal sindaco dopo aver rassegnato le dimissioni da componente del collegio dei revisori dei conti del Comune, attraverso gli uffici comunali preposti sta lavorando per trovare una soluzione, compatibilmente con i vincoli di bilancio e il tetto di spesa del personale. L’obiettivo è quello di salvaguardare il livello occupazionale ma anche di non disperdere le professionalità acquisite. In tal senso, l’amministrazione intende individuare le modalità per tentare di utilizzare le quattro risorse nelle operazioni di bollettazione in carico all’amministrazione, mentre l’espletamento di tutti i servizi di raccolta e smaltimento rifiuti restano in carico alla Latina Ambiente. Come noto, infatti, dopo che la società aveva dichiarato al Comune l’impossibilità di procedere alla emissione delle bollette dei rifiuti per il 2010, rimettendo tale attività al Comune stesso, l’ente sta procedendo, attraverso i propri uffici, alle operazioni di bollettazione in base anche a quanto stabilito in materia dal recente Decreto Legge 98/2011. Dal 1 gennaio del 2012, in sostanza, la riscossione dei tributi non potrà più essere esternalizzata ma effettuata dall’ente nelle forme e modalità previste dallo stesso Decreto Legge.

Comunicato Stampa



lapp Latina Calcio