Studenti di Frosinone a Young Business Talents 2018

Pubblicato il:07-04-18

Milano, 7 aprile 2018 – Sono i ragazzi della squadra Pezsquad, provenienti dall’Istituto Cerletti di Treviso, i vincitori assoluti della quinta edizione italiana di Young Business Talents (YBT), il programma formativo basato su un simulatore d’impresa che permette ai giovani di prendere decisioni all’interno di un’azienda.
Il progetto è organizzato da NIVEA, che ne fa uno dei capisaldi della sua Corporate Social Responsibility nell’ottica di aiutare i giovani e le loro famiglie a costruire un futuro migliore. Il simulatore d’impresa è realizzato dalla software house Praxis MMT.

La finale
I vincitori hanno dato una performance estremamente significativa, producendo un profitto virtuale di quasi 130 milioni di euro.
Le squadre finaliste si sono divise un montepremi di 11.670 euro. In dettaglio, le 15 squadre meglio classificate in ognuna delle 15 simulazioni della finale hanno ottenuto 400 euro ciascuna.
In aggiunta, le cinque finaliste che hanno raggiunto il massimo profitto (cioè i vincitori assoluti) hanno ottenuto 600 euro (la prima), 480 euro (la seconda), 360 euro (la terza), 280 euro (la quarta) e 200 euro (la quinta).
Gli insegnanti e gli istituti scolastici hanno ricevuto a loro volta dei premi.
Dei 5.550 ragazzi iscrittisi (in aumento di quasi il 50% rispetto allo scorso anno), che hanno dato vita a 1.559 squadre – altrimenti dette “aziende virtuali” – in gara, e dei 3.756 semifinalisti scremati a gennaio, in 272 hanno conquistato la finale, svoltasi ieri, venerdì 6 aprile, a Sesto San Giovanni (MI), presso Spazio Mil.
La finale, aperta da Andrea Mondoni, General Manager Southern Europe di Beiersdorf, è stata condotta dall’imprenditore tecnologico Andrea Latino, con interventi del noto youtuber Edoardo Mecca. Ha tenuto uno speech anche Luisa Bianchi, HR Director Southern Europe di Beiersdorf.

I vincitori
Vincitrice assoluta è, come detto, la squadra Pezsquad dell’IS Cerletti di Treviso, composta da Yuri Corrao, Marco Serbati, Samuele Dal Mas e Omar Chiesurin (tutor Prof. Paolo Pantaleoni).
Seconda classificata Alphawomen dell’ITC Bramante di Pesaro, composta da Elisa Buscaglia, Giusy Ciaravolo e Vittoria Cattalani (tutor Prof. Gianmarco Mensi).
Terza classificata: Heartofmylae dell’ITC L. Da Vinci di Milazzo (ME): Pietro Mario Gangemi, Alessio Cuva, Ivan Cosimini e Giuseppe Napoli (tutor Prof. Diego Greco).
Quarta classificata: Noir dell’ITC Falcone di Savona: Daniele Cavallaro, Denisa Duica, Andrea Bertolotto e Simone Palmigiano (tutor Prof. Gabriella Scielini).
Quinta classificata: Zitronenteam dell’ITC Falcone di Savona: Alice Burlando, Ilaria Magnani, Margherita Bonifacini e Valentina Vadora (Prof. Giulia Calgano)h.
I finalisti provenivano da 15 regioni italiane per un totale di 75 squadre. La provincia che ne ha fornite di più è quella di Roma (9). Alla Città metropolitana della capitale spetta anche il primato del numero di finalisti (61), seguita da Treviso (26), Ragusa (15), Bari (12) e poi da tutte le altre.

Sintesi dello speech di Andrea Mondoni
«Tutti i grandi successi della storia hanno qualcosa in comune: persone con un sogno e una mentalità positiva per poterlo portare a termine. Le maggiori scoperte dell’umanità hanno avuto luogo perché persone come voi si sono dette io ce la posso fare. Non c’è niente di più potente che l’attitudine giusta e la determinazione per ottenere ciò che si vuole. Il cammino sarà senz’altro incerto, non facile. Ma arrendersi non è un’opzione. Credete in voi stessi e nel vostro potenziale, ancor di più quando il gioco si fa duro. Ci saranno persone che potranno influenzarvi, consigliarvi, guidarvi: ma ogni mattina sarete voi a scegliere con quale mentalità affronterete il resto della giornata e della vostra vita».

Dichiarazione di Luisa Bianchi
«Young Business Talents è un progetto che ci sta molto a cuore. I ragazzi a quest’età pongono le basi, sia in termini di educazione sia di apprendimento, per impostare il loro futuro e grazie a questo contest permettiamo loro di fare un’esperienza simulata per indirizzarli nel complesso mondo del lavoro e della formazione. L’impegno di Nivea nel sostenere progetti come questo è un modo per dare un aiuto concreto non solo alle famiglie dei ragazzi ma anche a loro stessi. Perché i giovani di domani e le nuove generazioni sono anche il nostro futuro».

L’alternanza scuola-lavoro
Questa quinta edizione di Young Business Talents è stata la seconda a tenersi in Italia dopo l’entrata in vigore della nuova legge di riforma n° 107/15 (altrimenti detta “la buona scuola”), che all’art. 1 dal comma 33 al comma 44 introduce e regolamenta l’obbligo di alternanza scuola-lavoro per tutti gli alunni del triennio delle scuole secondarie di secondo grado nella misura di 200 ore nei licei e 400 ore negli istituti tecnici e professionali, fruibili anche durante il periodo di sospensione dell’attività didattica e all’estero.
L’utilizzo del simulatore e la partecipazione all’iniziativa valgono 120 ore nel contesto dell’Alternanza Scuola Lavoro.

 

C.S.



lapp Latina Calcio