Il presidente delle Acli, Andrea Olivero, chiude il 24 Congresso nazionale

Pubblicato il:06-05-12

 No a disimpegno, sfiducia e antipolitica. Attraverso l’aggregazione e la partecipazione dei cittadini «è possibile cambiare il Paese». Il presidente delle Acli Andrea Olivero, rieletto ieri alla guida dell’associazione, ha chiuso oggi a Roma il 24° Congresso nazionale dedicato al tema “Rigenerare comunità per ricostruire il Paese”.
«Il nostro riformismo deve essere animato dalla convinzione e della speranza che attraverso l’impegno e la partecipazione il cambiamento è possibile» ha detto Olivero, che ha rivendicato la «vocazione popolare» dell’associazione, «che sta dalla parte della gente perché tra la gente è radicata». «La nostra funzione – ha aggiunto il presidente delle Acli – non è solo quella dell’assistenza, ma della promozione della dignità di ciascuno, dell’aggregazione e dell’accompagnamento delle persone in un processo di consapevolezza e responsabilità».
«Aggregare le persone – ha concluso – significa non lasciarle sole con i loro problemi: offrire la speranza che ci può essere una risposta sociale e politica alle loro difficoltà».

Il ministro Balduzzi saluta l'elezione di Andrea Olivero
Il ministro della Salute Renato Balduzzi si congratula con Andrea Olivero per la riconferma alla presidenza nazionale delle Acli. Nel messaggio inviato al Congresso nazionale di Roma, che ha eletto Olivero con l'85% dei voti, il ministro sottolinea come "la questione della ricostruzione del Paese", alla quale sono stati dedicati i lavori, sia "cruciale" nella fase che stiamo vivendo.
Balduzzi interviene sui temi della partecipazione democratica e dei rischi dell'antipolitica, al centro del 24mo Congresso Acli. "Bisogna stare molto attenti ad opporre società civile e politica e ritenere che solo nella prima ci siano riserve di energia. L'associazionismo ha un ruolo preciso che non è quello di essere l'antidoto alla politica, ma lo strumento per costruire buona politica, secondo i principi della Costituzione".
 

Comunicato Stampa



lapp Latina Calcio