Corso DIU presso la base dell'Aeronautica a Borgo Piave

Pubblicato il:08-06-12

Sono ventitré gli Ufficiali delle Forze Armate che hanno ricevuto l'attestato di qualificazione quali consiglieri per l'applicazione del Diritto Internazionale Umanitario nei conflitti armati.
Il Corso organizzato dalla Croce Rossa Italiana si è tenuto per la prima volta nell'area addestrativa del 4° Reparto Tecnico Manutentivo dell'Aeronautica Militare, presso la base di Borgo Piave a Latina.
Due settimane di intenso studio, seguite con profitto da tutti gli allievi provenienti dallo stesso 4° RTM, dal 70° stormo dell'AM, dal Comaca dell'Esercito Italiano, dalla Polizia di Stato e dal Corpo dei Vigili del Fuoco e coordinate da un corpo docente di rilievo diretto dal colonnello Carlo Materazzo e composto da Fabio Strinati, Gerardo Di Ruocco, Loredana Spezzaferro, David Ferrantino e Raffaella Roccato.
Il punto di forza dei corsi organizzati dalla Croce Rossa è la sinergia con le altre Istituzioni di studio del Diritto Umanitario. Sulla cattedra sono saliti Paolo Benvenuti dell'Università Roma Tre, Giulio Bartolini dell'Università di Siena, Maurizio Simoncelli dell'Archivio del Disarmo e Alice Riccardi dell'Università Roma Tre.
L'interesse delle Università italiane per la materia è la testimonianza che l'impegno profuso dall'Ufficio DIU della Croce Rossa è ben speso nello studio e nella diffusione di una materia che non è soltanto pura accademia ma, che proprio in questo momento di forti contrasti internazionali, è utile per sviluppare la necessaria cultura umanitaria tra gli operatori militari chiamati sempre più spesso a garantire pace e sicurezza in tutto il mondo.
Il programma del corso ha consentito ai discenti di acquistare sempre maggiore padronanza nell'utilizzo delle norme giuridiche di diritto internazionale costituite in primis dai protocolli dell'Aja, dalle Convenzioni di Ginevra del 1949 e dai loro protocolli aggiuntivi oltre a tutta la normativa minore che via via si è andata ad aggiungere nel tempo.
Particolare studio ed attenzione sono stati dedicati ai temi delle minacce ambientali ed a quelli relativi alla protezione e alla tutela dei beni culturali. Un corso tutto pensato e progettato per rendere immediatamente e agevolmente fruibile la complessa materia del diritto umanitario agli operatori che si sono distinti per aver brillantemente superato ogni pomeriggio alcuni casi pratici, a volte molto complessi, allo scopo di testare sul campo le nozioni apprese durante le lezioni frontali.
Tutti promossi i ventitré Ufficiali partecipanti, merito anche di una metodologia didattica di avanguardia che è riuscita a sorprendere anche il Comando dell'Ente ospitante che si è dichiarato prontamente disponibile ad ospitare anche i prossimi corsi organizzati dalla Croce Rossa Italiana.

Comunicato Stampa



lapp Latina Calcio