Cambio al vertice del 70esimo Stormo

Pubblicato il:25-09-12

LATINA SCALO (LT) - Martedì 18 Settembre, presso l’hangar dell’aeroporto militare “Enrico Comani” di Latina Scalo, alla presenza del Generale di Squadra Aerea Mario Renzo Ottone, Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea di Bari, si è svolta la cerimonia di cambio di Comando al 70° Stormo “Giulio Cesare Grazioni”, tra il colonnello Giovanni Francesco Adamo, uscente, e il Colonnello Salvatore Romeo, subentrante.
70 stormo latina simulatoriAll'evento hanno partecipato Autorità civili, militari e religiose.
Il Colonnello Adamo, alla guida del Graziani dal giugno 2010, nel suo discorso di commiato ha tracciato il percorso di oltre due anni di Comando, rendendo merito all’operato degli uomini e delle donne del Reparto per la dedizione e l’impegno profuso in ogni settore per raggiungere la missione assegnata.
Il Colonnello Romeo, a sua volta, si è detto onorato ed entusiasta per essere stato chiamato alla guida di un Reparto di valore strategico per la Forza Armata, che affonda le proprie radici nella storia dell’Aeronautica Militare e del territorio pontino,

Nella stessa giornata, il Generale Ottone ha inaugurato la nuova sala simulatori di volo, sottolineando l’accrescimento addestrativo derivante dall’utilizzo di tali ausili tecnologici a favore di istruttori di volo, allievi e frequentatori dei corsi di pilotaggio, con una sensibile riduzione dei costi finali. All’inaugurazione ha partecipato, in rappresentanza del Comando Logistico dell’Aeronautica Militare, il Generale di Divisione aerea Pier Luigi Leonarduzzi, Comandante della 2^ Divisione Supporto Tecnico Operativo.

Il Colonnello Romeo, nato a Padova il 19 Febbraio 1967, proviene dal corso “Falco IV” e ha conseguito la Laurea in Scienze Aeronautiche presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.  Nel luglio 1991, ha conseguito il brevetto di Pilota Militare su velivolo T-38A presso la Scuola di Volo ENJJPT (Euro NATO Joint Jet Pilot Training Air Force) di Sheppard (Texas).
Assegnato alla 60° Brigata Aerea di Amendola, inizia il corso iniziale su velivolo G91T e, successivamente, partecipa al 168° corso di conversione operativa sul Tornado presso il Tri-national Tornado Training Establishment (T.T.T.E.) di Cottesmore (Gran Bretagna).
Nel marzo 1992, è assegnato al 36° Stormo di Gioia del Colle, quale pilota al 156° Gruppo Volo su velivolo Tornado IDS.
Nel maggio 1994, è assegnato alla 61° Brigata Aerea poi 61° Stormo di Lecce, come istruttore di volo del 212° Gruppo Volo su velivolo MB 339A.
Dopo aver frequentato il 60° Corso Normale presso la Scuola di Guerra Aerea di Firenze, nel novembre 1997 e’ stato riassegnato al 6° Stormo di Ghedi.
Da settembre 1999 a novembre 2001, è stato Capo Sezione Piani e Operazioni presso l’Ufficio Operazioni di Stormo.
Nel giugno 2003, dopo aver ultimato il corso istruttori sul T-38A è stato assegnato alla RAMI di Sheppard in Texas. Dall’agosto 2003 a giugno 2004, ha ricoperto l’incarico di Capo Sezione Operazioni del 90° Flying Training Squadron (F.T.S.) e dell’80° Flying Training Wing, e da giugno 2004 a novembre 2006, è stato Comandante del 90° Flying Training Squadron (F.T.S.).
Nel novembre 2006, è stato assegnato al Comando Operativo di Vertice Interforze (C.O.I.) di Roma con l’incarico di Capo Sezione Operazioni Armamento Nucleare della Divisione J3 del Reparto Operazioni.
Nel maggio 2007, ha frequentato il 6° Corso Comando presso l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche di Firenze. Da settembre 2007 ad agosto 2012, è stato assegnato all’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche, dove ha ricoperto gli incarichi di Capo 1º Dipartimento Dottrina della Direzione Studi e, successivamente, di Direttore delle Direzioni 1° e 2° Corso I.S.M.A..
Nel dicembre 2007, si è qualificato formatore di 1º livello in metodologie esperienziali innovative e, da agosto 2008 a gennaio 2009, ha frequentato il 113° Senior Course presso il NATO Defence College.
Da dicembre 2009 a luglio 2010, ha ricoperto l’incarico di Chief Air Projects (ISAF XII) presso l’ISAF Joint Command di Kabul in Afghanistan.
Ha all’attivo circa 3.000 ore di volo sui velivoli: SF260, SIAI 208, T-37, T-38A e T-38C, G91T, MB 339A e MB 339CD, Tornado IDS.

Comunicato Stampa



lapp Latina Calcio