Federico:'' Proiettiamo Latina nel futuro''

Pubblicato il:28-10-10

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa inviato da Bruno Federico, Vice-Presidente della VII Circoscrizione.
La situazione occupazionale negli ultimi tempi sta toccando il livello più basso degli ultimi trent’anni: molte aziende stanno chiudendo, altre mettono i propri dipendenti in cassa integrazione (da pochi giorni anche l’ex Arsol). Tutto questo oltre a ricadere sulle famiglie economicamente, va ad aggravare l’economia locale portando i piccoli commercianti a chiudere la propria attività. Anche nei grandi centri commerciali si sta vedendo un calo delle presenze, nel loro interno. La cosa più grave è che a livello politico non si fa niente per invertire questa tendenza negativa. Pensano solo ad organizzarsi per le prossime elezioni comunali, inviando giornalini o locandine e pubblicizzando quello che hanno fatto o che vorrebbero fare. Ma avranno il coraggio di guardare in faccia alla gente, proprio a quelle persone che non riescono economicamente ad arrivare a fine mese? Altri invitano i cittadini nei loro gazebi a compilare la domanda per ottenere il rimborso dell’iva dalla società Latina Ambiente, facendo spendere soldi di raccomandate e marche di bollo. Parlo del signor De Marchis, PD a Latina, e del signor Porcari, PD a Latina Scalo. Preparando la loro futura campagna elettorale sulla pelle dei cittadini, senza dire loro la verità ai cittadini, che il rimborso, appena si attiverà la procedura, l’avranno anche chi non ha fatto richiesta. La situazione è grave bisogna mettersi a lavorare per far sì che grosse aziende vengano ad investire sul nostro territorio, questo percorso si stava già avviando nella precedente giunta comunale grazie ai progetti del l’ex Sindaco Zaccheo. La realizzazione di un porto a Latina, la realizzazione di un grande ospedale alle porte di Latina. Se consideriamo solo questi due progetti avremmo avuto una richiesta occupazionale di almeno di 15.000 unità. Invece a qualcuno non andava bene, bisognava sfiduciare Zaccheo. Oggi l’orologio del futuro della nostra città è fermo da quando un gruppo scellerato lo ha fermato. Per lo sviluppo di una città e per proiettarla nel futuro bisogna considerare diversi fattori relativi alla demografia, alla globalizzazione, alle implicazioni ambientali e sociali. Una città attiva e sana, offre una migliore qualità della vita ai propri cittadini, attrae nuove imprese e sostiene quelle già presenti. Le città intelligenti stimolano la nascita di nuove attività e valorizzano la ricchezza di esperienze e di competenze dei cittadini. Non è una visione fantasma, ma la concretezza e la voglia di fare e organizzare, e assicurare la sostenibilità. Questi sono solo una piccola parte degli obbiettivi per poter proiettare la nostra città in un futuro migliore.

Bruno Federico



lapp Latina Calcio