Consegnate le Aquile

Pubblicato il:23-11-10

Giovedì 18 Novembre si è svolta, presso l’Accademia Aeronautica di Pozzuoli (Napoli), la tradizionale cerimonia relativa all’Inaugurazione dell’Anno Accademico 2010/2011 degli Istituti di Formazione dell’Aeronautica Militare, alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Vincenzo Camporini, e del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica, Generale di Squadra Aerea Giuseppe Bernardis.
La relazione introduttiva è stata tenuta dal Generale di Squadra Aerea Pasquale Preziosa, Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare/3^ Regione Aerea di Bari, il quale, dopo il saluto di benvenuto alle Autorità politiche, militari religiose e civili, ai rappresentanti della pubblica informazione ed a tutti gli ospiti, ha illustrato il compito del Comando delle Scuole, sottolineando l’importanza di valori quali etica, competenza e leadership quali pilastri della formazione di tutto il personale.
La tradizionale prolusione è stata svolta dall'ing. Orazio Svelto, professore ordinario di fisica quantistica presso il Politecnico di Milano, sul tema ”Il laser, una luce meravigliosa”. Durante il suo intervento ha tracciato un percorso storico, partendo dalla nascita del laser nel 1960 fino ai giorni nostri. E’ stato evidenziato, inoltre, il carattere pervasivo del laser; non esiste infatti campo della scienza e della tecnica che non sia stato influenzato, a volte in maniera anche rivoluzionaria, da questa invenzione, considerata una delle più importanti del secolo scorso e destinata a ricoprire un ruolo ancor  più importante in questo secolo.   
Il Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare ha posto in risalto quelli che sono stati i protagonisti di questa giornata: gli allievi ed in particolar modo, quelli del corso 'Nibbio V' che oggi hanno ricevuto il 'distintivo di pilota d’aeroplano'. Ha sottolineato, peraltro, l’importanza della professionalità di tutto il personale dell’Aeronautica Militare, che sempre più spesso deve saper operare in contesti multinazionali.
Infine, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, dopo aver ringraziato il prof. Svelto per la brillante prolusione e per l’entusiasmo dimostrato durante il suo lavoro, ha enfatizzato l’importanza delle nuove tecnologie che tutte le Forze Armate devono conoscere al meglio. Inoltre, ha voluto sottolineare quanto la conoscenza ed i valori, quali l’etica militare e l’impegno al servizio della Patria, risultano essere un binomio  fondamentale per la formazione dell’Aeronautica Militare e di tutte le Forze Armate, perché non v’è l’una senza gli altri.
Durante la cerimonia sono stati consegnati alcuni riconoscimenti ai frequentatori che si sono distinti nel corso dei vari iter istruzionali. In particolare, è stato conferito il 'premio annuale per l’attitudine militare nelle Accademie', istituito dall’Ordine Militare d’Italia nel 1996 e destinato agli Allievi di tutte le Accademie Militari distintisi nell’attitudine militare al termine del 2° anno di corso all’Aspirante del Corpo del Genio  Aeronautico Simone Caretta. Inoltre, è stata consegnata la 'Sciabola d’Onore' all’Aspirante pilota Simone Martucci, appartenente al Ruolo Naviganti, risultato sempre primo nel ruolo d’appartenenza nei primi tre anni di corso. E’ stato, infine, consegnato il 'premio Douhet/Mitchell' al Tenente Colonnello Sergio Cannas, che ha prodotto la migliore tesi del Corso Comando presso l’Istituto di Scienze Militari Aeronautiche (ISMA) di Firenze e la 'Daga d’Onore' al 1° classificato al termine del 2° anno della Scuola Marescialli di Viterbo, Maresciallo mdi 3^ Classe Alessandro Mari.

aeronautica.difesa.it



lapp Latina Calcio