Latina, Oscar Mecenate dello Sport Varaldo Di Pietro

Pubblicato il:12-06-13

Grande successo per la seconda edizione dell’Oscar Mecenate dello Sport “Varaldo Di Pietro”, manifestazione che nasce con il fine di assegnare riconoscimenti importanti e significativi a imprenditori e professionisti che si sono distinti per aver finanziato e fatto crescere lo sport nella città di Latina.
Tanta la partecipazione e gli attestati di stima ricevuti per una manifestazione istituzionalizzata dal Comune di Latina, che l’ha promossa in collaborazione con la famiglia Di Pietro, e che si appresta ad aumentare anno dopo anno la sua importanza. Soddisfazione è stata espressa anche dal Sindaco Giovanni Di Giorgi che ha manifestato l’interesse dell’Amministrazione a far diventare il Mecenate dello Sport un evento a carattere nazionale, grazie al prezioso contributo della famiglia Di Pietro che da sempre è testimone dell’importanza dello sport come fondamento della società cittadina.
Ad essere premiata con il Mecenate d’oro è stata la famiglia Andreoli, “per aver regalato al volley di Latina traguardi sportivi straordinari e storici e per aver saputo portare in alto, con passione e investimenti, il nome di Latina anche oltre i confini nazionali, disputando  la finale di una coppa europea”.            
Ex aequo invece la premiazione del mecenate d’argento che è andato al Cavaliere Lucio Benacquista della Latina Basket e a Paola Cavicchi Presidente del Latina calcio. Sono stati poi assegnati due premi speciali: uno alla memoria di Michele Condó, celebre ex presidente del Latina calcio; l'altro a Pietro Mennea, scomparso quest’anno, e profondamente legato alla famiglia Di Pietro e alla città di Latina. Un riconoscimento speciale è andato a Gino Bondioli,
tecnico storico del Santa Rita, scopritore di tanti talenti calcistici nella città.

La consegna dell’Oscar “Mecenate dello Sport” è dedicata alla memoria di Varaldo (Aldo) Di Pietro, che con il suo impegno nello sport e nel sociale ha accompagnato lo sviluppo di Latina nei decenni seguenti al dopoguerra, segnando alcune tappe importanti nella storia sociale e sportiva della città. Instancabile e competente dirigente sportivo, pioniere della moderna organizzazione di eventi in grado di coinvolgere migliaia di persone, Di Pietro è ricordato anche per l’entusiasmo e la capacità di aggregazione del suo impegno in favore dello sport locale, ereditata da suo padre, il Cavaliere della Repubblica Alcibiade Di Pietro, pioniere della bonifica, creatore ed animatore dello sport ciclistico della nostra provincia.   

Ringrazio il sindaco e l’amministrazione comunale per aver voluto dare continuità ad un premio alla memoria di mio padre – ha detto il dott. Gianni Di PietroSono tanti i ricordi che legano la mia famiglia allo sport e siamo orgogliosi che il lavoro di Varaldo Di Pietro, fatto davvero solo per passione sportiva, sia oggi riconosciuto e apprezzato da tutta la città”.

Lo sport ha bisogno anche dei mecenate, di grandi dirigenti che fanno emergere i grandi atleti. Questo è il motivo che ha spinto l’amministrazione a dedicare un premio a chi investe nello sport, nel nome di Varaldo Di Pietro che è rappresenta un pezzo importante della storia sportiva e sociale di Latina”, ha detto il sindaco Giovanni Di Giorgi.                                     


GIURIA DEL PREMIO:

Vincenzo D’Amico
Mario Somma
Nicola Rao (Vice direttore Rai Tre Regione)
Gaetano Coppola (direttore Il Messaggero – Latina)
Daniele Vicario (direttore La Provincia – Latina)
Gianluca Atlante (responsabile Sport Latina Oggi)
Egidio Fia (direttore Lazio TV)
Gabriele Viscomi (Parvapolis)
Domenico Ippoliti (direttore Latina Per Strada)

Si ringrazia Paolo Iannuccelli (giornalista)    


MOTIVAZIONI

PREMIO ALLA MEMORIA DI MICHELE CONDO’
""PER IL SUO DECISIVO APPORTO ALLA RINASCITA DEL LATINA CALCIO FINO ALLE SERIE MAGGIORI, PER LA GENEROSITA E L’UMANITA’ DEL SUO IMPEGNO. CON IL SUO SORRISO HA REGALATO CORAGGIO E FORZA A TUTTO IL MONDO SPORTIVO DI LATINA E AI GIOVANI CALCIATORI AFRICANI"".           

PREMIO ALLA MEMORIA DI PIETRO MENNEA
""PER L’ALTO VALORE DELLA TESTIMONIANZA UMANA E SPORTIVA LASCIATA DA UN GRANDE UOMO, ATLETA ESEMPLARE ED ESEMPIO PERENNE DI LEALTA’, SPIRITO DI SACRIFICIO, PASSIONE SPORTIVA ESPRESSI ANCHE SULLE PISTE DELLA NOSTRA PROVINCIA"".

PREMIO A GINO BONDIOLI
""PER LE SUE QUALITA’ DI TECNICO E DI SCOPRITORE DI TALENTI CALCISTICI, DOTI UNANIMENTE RICONOSCIUTE. A TUTTO QUESTO GINO BIONDIOLI UNISCE UNA GRANDE CARICA DI UMANITA’ E SIMPATIA, E L’ESPERIENZA CHE NE FANNO UNO DEI “MISTER” PIU’ AMATI E APPREZZATI NEL PANORAMA LOCALE E NAZIONALE"".

PREMIO A PAOLA CAVICCHI
""CON IL SUO INFATICABILE IMPEGNO, SOSTENUTA DA FABRIZIO COLLETTI, HA SAPUTO GUIDARE IL GRUPPO DIRIGENTE DEL LATINA CALCIO FINO A REGALARE ALLA CITTA’ LA STAGIONE PIU’ BELLA E IMPORTANTE DELLA STORIA DEL CALCIO DI LATINA, CON LA CONQUISTA DELLA COPPA ITALIA E LA FINALE PER LA SERIE B"".

PREMIO A CAV. LUCIO BENACQUISTA
""HA SAPUTO TRASFERIRE NELLO SPORT LA STESSA PASSIONE E L’IMPEGNO CON CUI DA SEMPRE CONDUCE LA SUA AZIENDA, LEGANDO IL PROPRIO NOME AI SUCCESSI E ALLE PASSIONI SPORTIVE, SPECIE NEL BASKET E NEL VOLLEY. DA SEMPRE FIGURA ESEMPLARE DI MASSIMO DIRIGENTE SPORTIVO"".

PREMIO A FAMIGLIA ANDREOLI
""LA FAMIGLIA ANDREOLI HA SAPUTO REGALARE AL VOLLEY DI LATINA TRAGUARDI SPORTIVI STRAORDINARI E STORICI, CON BRILLANTI CAMPIONATI NELLA MASSIMA SERIE.
CON PASSIONE E INVESTIMENTI HA SAPUTO PORTARE IN ALTO IL NOME DI LATINA ANCHE OLTRE I CONFINI NAZIONALI, DISPUTANDO  LA FINALE DI UNA COPPA
EUROPEA"".
           

Comunicato Stampa



lapp Latina Calcio