Scuola di volo Latina, le riflessioni di Calandrini

Pubblicato il:24-07-13

La scuola di volo dell'Aeronautica Militare resta a Latina Scalo!
Ci sono delle notizie che cambiano la percezione del futuro, che ci richiamano a quello che siamo.
La scuola di volo è l'identità' stessa della comunità di Latina, è la porta con cui siamo aperti al mondo intero.
Tutti i piloti italiani, civili e militari, hanno "imparato" a volare nei cieli di Latina, nella piana tra i Lepini e il Circeo e il mare, qui centinaia di famiglie di militari ci hanno conosciuto ed hanno "scelto" di costruire il futuro dei loro figli qui.
L'anno scorso feci una battaglia per sottolineare questa cultura, questa presenza, oggi sono felice che ci troviamo tutti d'accordo rispetto alla scelta di mantenere ferma la scuola di volo a Latina.
Non voglio certo mettere timbri alle idee che timbri non hanno
Ma scampato il pericolo, dobbiamo aggiungere come questa presenza possa essere valorizzata a favore della presenza dei militari nella nostra città. Dobbiamo far tesoro di quel che abbiamo per avere nuove occasioni di sviluppo.
L'aeroporto civile? Di tutto si deve parlare, ma con ragione e senza avventure.
Il centro intermodale è un monito, i sogni aiutano ma se si sogna senza ragione si partoriscono incubi.
La scuola di volo, la gente che vi lavora, gli allievi che vengono qui debbono poter entrare di più nella nostra comunità e la città deve vivere di più questa realtà.
Perché il distacco è il rischio che potrebbe portare alla perdita di questa risorsa.
Ricordo che intorno all'aeroporto sono nate anche industrie di eccellenza che formano un importante distretto aeronautico, penso alla Sicamb, all'Avionteriors, Selex e tante altre realtà industriali.
La scuola di volo resta, la nostra città deve avere non sollievo per il pericolo scampato, ma ardire per creare nuova crescita e nuovo sviluppo.

Presidente del Consiglio comunale di Latina



lapp Latina Calcio