Capaldo continua lo sciopero della fame

Pubblicato il:10-01-11

E’ al sesto giorno consecutivo di sciopero della fame, il comandante Antonio Capaldo.
Supportato dai colleghi, il 63enne presidente dell’Associazione professionale di piloti “Gruppo volo Canadair” ha ripreso stamane a stazionare davanti al Dipartimento della Protezione Civile (Dpc), dopo che nei giorni scorsi era stato costretto a interrompere il presidio. Questo perché la forza pubblica, allertata dal servizio di sicurezza della Protezione Civile, aveva ritenuto di inquadrare la solitaria iniziativa del pilota all’interno dei canoni di una vera e propria manifestazione, e che doveva quindi ottenere la necessaria autorizzazione dalla Questura di Roma.
Nei giorni scorsi il comandante Capaldo ha seguito tutta la trafila per ottenere l’autorizzazione a sostare al di fuori della Protezione Civile, ma tiene a precisare che, dal 5 gennaio scorso, non ha mai interrotto il suo “Digiuno di dialogo”, una pacifica iniziativa mirata a favorire il confronto costruttivo tra il personale di Sorem/San e la Protezione civile, e ad assistere il processo decisionale della commissione giudicatrice della gara di appalto per la gestione della flotta di aerei Canadair maggiore del mondo.
Capaldo, disponibile al numero di cellulare in calce al comunicato, fissa i motivi della sua iniziativa nei seguenti punti:
• Siamo qui per sostenere la Commissione che sabato 15 dovrà deliberare l'assegnazione del servizio aereo antincendio boschivo (Canadair) a società qualificata e affidabile
• Siamo qui per sostenere le società partecipanti alla gara con trasparenza e secondo le regole vigenti.
• Siamo qui per dissuadere eventuali furbi e professionisti dei corsi e ricorsi… C'è un solo numero di telefono per contattarci.
• Siamo qui perché 300 famiglie sono senza stipendi da quasi 5 mesi
• Siamo qui perché se sabato 15 ci sarà un nulla di fatto, il servizio antincendio per i prossimi mesi estivi sarà pesantemente compromesso. E trecento famiglie saranno alla fame.

Comandante Antonio Capaldo presidente Gruppo volo Canadair in presidio permanente e digiuno di dialogo davanti alla sede Protezione civile di Via Ulpiano. Per informazioni contattare: 349/5612253".
 

Comunicato Stampa



lapp Latina Calcio