Gianrico Rossi presidente delle ACLI della provincia di Frosinone

Pubblicato il:15-07-14

Gianrico Rossi è il nuovo presidente delle ACLI di Frosinone e provincia. L’elezione del nuovo presidente è arrivata all’unanimità al termine del consiglio provinciale delle ACLI che si è svolto presso la sede provinciale delle Acli di Frosinone.
Sono stati inoltre eletti il vice presidente vicario Alessandra Testa e l’altro vice presidente Valentina Colatosti.

Classe 1977, Rossi parallelamente agli studi universitari e all'attività di formatore in materia di sicurezza sul lavoro, inizia a collaborare con L'Unione Sportiva delle Acli di Frosinone per l'organizzazione di eventi sportivi a partire dal 2000, proseguendo la propria esperienza di volontariato attivo all'interno del comitato provinciale per giungere nel 2008 all’elezione a Presidente provinciale dell’US ACLI di Frosinone, il cui mandato è stato fortemente caratterizzato dal binomio sport e sociale.
In tale ottica si inquadrano le iniziative a sostegno di categorie disagiate, come quelle realizzate all'interno dell'opera diocesana per senza dimora di cassino "casa della carità".
Il suo impegno in tale contesto si è ulteriormente impegnato in progetti di collaborazione con l'università degli studi Cassino e del Lazio meridionale, tra i quali citiamo il "pedibus" per la promozione di stili di vita attiva e mobilità sostenibile.
Alla fine del 2013 arriva la nomina come fiduciario Coni Lazio per l'area Cassino e cassinate, che lo vede tuttora impegnato nel sostegno alla massima istituzione di rappresentanza dello sport.
Attualmente è titolare di uno studio di consulenza aziendale che opera nei settori della sicurezza sul lavoro, della privacy e della consulenza legale.
Dopo oltre 5 anni di commissariamento – spiega il neo presidente delle ACLI di Frosinone e provincia, Gianrico Rossi – le ACLI di Frosinone ripartono per guardare al futuro puntando su argomenti chiave per il futuro del nostro territorio quali il lavoro, le politiche giovanili e per la famiglia, l’immigrazione e l’inclusione sociale”.
Questo prestigioso incarico al quale sono stato chiamato – aggiunge Rossi – vorrei che fosse l’inizio di un percorso virtuoso che veda le ACLI di Frosinone protagoniste di un nuovo modo di fare comunità puntando sulla rete sociale e sul dialogo costante con le istituzioni”.
“Un ringraziamento speciale a Umberto Soldatelli – conclude Rossiche ha guidato, come commissario, le ACLI di Frosinone fino al traguardo del nuovo congresso. A lui e a tutto lo staff delle ACLI provinciali la riconoscenza mia e di quanti con me intraprenderanno questa nuova avventura che è una sfida per Frosinone e per color che credono ancora sul riscatto e la rinascita economica e culturale del nostro territorio”.

 

C.S.



lapp Latina Calcio