Di Giorgi, modello inglese per contrastare violenza negli stadi

Pubblicato il:06-03-15

Il nostro calcio ha bisogno di una svolta drastica e importante, altrimenti non si va da nessuna parte. Per fare questo occorre prendere atto che la strada da intraprendere è quella della realizzazione di stadi privati, gestiti secondo modelli e azioni del tutto nuove. Naturalmente uno dei primi passi da fare è quello di eliminare la piaga della violenza, altrimenti non troveremo mai nessuno disposto ad investire negli stadi e nel calcio”.

E’ quanto afferma il sindaco di Latina e vice presidente nazionale dell’Anci, Giovanni Di Giorgi, commentando le posizioni assunte dal presidente del Napoli calcio, Aurelio De Laurentiis, sul tema della violenza negli stadi.
Mi trovo pienamente d’accordo con le posizioni del presidente De Laurentiis – continua il sindaco di Latina -  Abbiamo un riferimento chiaro, efficace e di successo vale a dire il modello inglese e a quello dobbiamo guardare se vogliamo dare un futuro al nostro calcio che non sia tormentato dalla piaga della violenza che penalizza l’intero settore e, a cascata, tutto lo sport italiano. Non bisogna inventarci nulla di nuovo per garantire sicurezza e ordine pubblico negli stadi, è sufficiente seguire ciò che hanno fatto in Inghilterra e faremo finalmente pulizia attorno al mondo del pallone, liberando oltremodo risorse e investimenti per rilanciare tutto il movimento. In tal senso ritengo che i sindaci possano avere un ruolo importante nel sollecitare l’adozione di questi provvedimenti da parte del Governo”.                                        

C.S.



lapp Latina Calcio