Latina, il sindaco Di Giorgi chiede lo 0 3

Pubblicato il:30-03-15

Il sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, ha inviato una lettera al ministro dell’Interno, Angelino Alfano, al presidente della FIGC, Carlo Tavecchio, e al presidente della Lega di Serie B, Andrea Abodi, in merito alla gara di calcio Frosinone-Latina, rinviata dal prefetto di Frosinone a seguito di riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica.
Nella sua missiva il primo cittadino, manifestando profonda amarezza e contrarietà per quanto accaduto, esprime la sua “non condivisione per una interruzione della competizione sportiva, “ostaggio” di minacce da frange estremiste”, parlando anche di “grave precedente per il calcio italiano”.

“A tutela dell’onore e della dignità della comunità che rappresento – si legge nella lettera - stigmatizzo con forza la decisione adottata relativamente al rinvio della partita in programma domenica scorsa, che ha oltremodo arrecato danni evidenti alla squadra, alla società e alla tifoseria del Latina calcio, quest’ultima vistasi privata del diritto di assistere alla partita dopo aver sostenuto i costi per biglietti e pullman per la trasferta.
Ritengo, quindi, che a questo grave fatto debbano essere fatti seguire atti destinati a ripristinare la regolarità e serenità del campionato nazionale di Serie B, nonché oggetto dell’esemplare provvedimento disciplinare della perdita della gara 0-3 per il Frosinone per responsabilità oggettive per il mancato svolgimento della gara, in ossequio a quanto previsto dall’art. 17 del Codice di Giustizia sportiva della FIGC. Tale provvedimento avrebbe il valore di un importante segnale affinché la decisione assunta non risultasse un precedente  pericolosissimo se introdotto in ambiti sportivi”. 
                                  
      

 

 

C.S.



lapp Latina Calcio