Di Cocco:''Elaborare un nuovo progetto politico''

Pubblicato il:19-06-15

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa pervenutoci da Gianluca Di Cocco.

Partiamo dal considerare e tenere bene in mente che il partito più grande al momento è quello del non voto. Dobbiamo quindi, raccogliere le istanze della gente, capire il perché, e fare una politica che non sia ambizione personale ma spirito di servizio per il territorio. Oggi il centro-destra è in evidente difficoltà, salvo rare eccezioni, tutti contro tutti alla ricerca non si sa di cosa, a Latina dove si è governato per anni, con il centro-destra, secondo me vanno fatte delle osservazioni: Non basta cambiare nome ad un partito per avere il consenso, bisogna rinvigorire gli uomini e le donne e le idee. Cosa devono fare quindi le persone di buona volontà per ricostruire un sano centro-destra? Bisogna ripartire dalle persone, dagli uomini e donne, formare una nuova classe dirigente che sia preparata per svolgere un compito così difficile, che abbia la passione per occuparsi della propria comunità, che adotti comportamenti etici. Amministrare una comunità a qualsiasi livello richiede una grande competenza, non basta entrare in un partito, prendere voti (non quelli in chiesa). Occorre una lunga e grande preparazione, come si fa a candidarsi anche a consigliere comunale senza saper leggere e capire un bilancio! Bisogna saper distinguere l’interesse collettivo da quello particolare, e per far cio’ abbiamo 12 mesi di tempo... lavorare per “preparare” i nuovi amministratori, che non si dovranno occupare solo degli interessi di pochi! Ricordo il motto di Don Sturzo: uomini liberi e forti. Occorre elaborare un programma politico-amministrativo che tenga conto dei cambiamenti epocali che ci sono stati ed elabori un progetto di sviluppo idoneo a far ripartire la nostra città, a partire dai nostri Borghi e dai nostri quartieri. Solo dopo aver stabilito l’obiettivo e la direzione da intraprendere possiamo mettere mano alla riorganizzazione di tutto l’apparato! Il mio, vuole essere l’ennesimo appello all’unità nel centro destra, mi auguro che ogni gruppo civico e non, che in questo periodo si sta organizzando, possa avere la forza e la responsabilità di unire e non dividere. Dobbiamo mettere sul tavolo le pregiudiziali sui contenuti programmatici, e confrontarci sul bene della città, il tema delle manutenzioni, della sicurezza, dell’aiuto ai meno bisognosi, dei trasporti, la cultura e l’università, il turismo e il commercio, sono obiettivi che consideriamo tutti imprescindibili. Dobbiamo porre le basi concrete per un programma condiviso, solido e di ampio respiro, solo una volta fatto ciò, vedere se vi è la disponibilità o meno a far parte di una coalizione. Oggi c’è la necessità di unire tutte quelle persone di buona volontà che a prescindere da dove siano collocate in questo momento, se la sentano di avviare un percorso serio di ricostruzione lavorando sulle persone e sui programmi. Prima sulle persone, perché il vero cambiamento avviene prima nell’individuo. Se ci dobbiamo distinguere dal passato, dobbiamo essere diversi e per essere diversi dobbiamo fare qualcosa di diverso e per fare qualcosa di diverso dobbiamo rinfrescare il parco delle idee.

Comunicato Stampa - Gianluca Di Cocco



lapp Latina Calcio