Cisterna di Latina, una cartolina che non ti aspetti

Pubblicato il: 06-05-13

Domenica 5 maggio 2013 i \"Percorsi dell\'anima Latina\" hanno fatto tappa a Cisterna e sotto la guida appassionata
e documentata di un cicerone d\'eccezione quale il Sindaco Antonello Merolla, la città si è svelata ai numerosi visitatori.
Ammirevole il sito archeologico di \"Tres Tabernae\" con i resti, in parte riportati alla luce, della villa,
le piccole terme e la strada d\'epoca romana che con ogni probabilità, trasversalmente alla via Appia,
collegava Ninfa con Torre Astura. Bellissimo tra i mosaici, quello bi-cromatico con al centro la testa di medusa.
Ricca di emozioni la visita a palazzo Caetani, con gli affreschi del \'600 della Sala Zuccari dove sono rappresentate le vedute
di Sermoneta, Ninfa e il lago di Fogliano con l\'antico Borgo; poi si è scesi nel sottosuolo, visitatndo le suggestive grotte dove,
durante i terribili bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, si rifugiarono 4000 cisternesi per ben 58 giorni.
La visita al palazzo è proseguita ai piani superiori dove è allestito il museo cittadino ricco di documenti e reperti,
dedicato al \"Buttero\" e valorizzato ancor più dall\'omonima scultura originale di Duilio Cambellotti.
Al termine, nella bella corte del palazzo, il tradizionale pranzo-conviviale a cura della condotta Slow Food di Latina,
nel quale dal primo al dolce, protagonista è stato il kiwi, coltura d\'eccellenza del territorio cisternese.
I \"Percorsi dell\'anima Latina\" continueranno domenica 26 maggio e saremo \"ospiti\" dell\'imperatore Domiziano,
nella sua splendida villa sul lago di Paola alle pendici del monte Circeo.

Comunicato Stampa