No al Doping, i risultati del progetto

Pubblicato il: 17-06-11

BOLOGNA ---  Il vernissage dell’Assembla Organizzativa e Programmatica dell’Us Acli ha incluso anche un progetto dal nome “No al Doping”. La conferenza, coordinata dall’ing. Galbusera, è iniziata mostrando i risultati elaborati da diversi istituti scolastici in materia di pratiche illecite all’interno del mondo sportivo.
Il Liceo Scientifico Francesco Severi di Salerno ha realizzato delle interviste a degli studenti e a dei fruitori di palestre sulla conoscenza relativa al doping.  L’istituto ha quindi realizzato un video ed elaborato delle statistiche.
Padova ha realizzato un progetto che ha indagato la legislazione italiana in merito di doping ed ha analizzato i motivi che spingono atleti professionisti a fare ricorso a pratiche illecite. L’istituto veneto ha racchiuso l’iniziativa con lo slogan “Doping Ti Stopping”. No al Doping
Marco Galdiolo, presidente Us Acli Nazionale, è intervenuto al dibattito salutando i presenti e ricordando alcune fasi del progetto No Al Doping. «Con voi stiamo vincendo la sfida di diventare educatori di un corretto stile di vita quotidiano. E’ attraverso le piccole cose che si riescono ad ottenere grandi risultati. Noi dirigenti dobbiamo trasferire alle nuove generazioni segnali autorevoli, costruttivi e propositivi per far si che vengano diffusi valori genuini e eticamente corretti. Vi chiedo di essere quindi i testimoni dell’UsAcli i testimoni più autorevoli e credibili».
Professoressa Zotti, istituto superiore di Padova: «Siamo partiti nel nostro lavoro attraverso l’analisi di un questionario proposto agli studenti ed alla popolazione. Abbiamo notato come molti atleti assumano con leggerezza gli integratori. Mettendo a confronto ragazzi che hanno assunto proteine e integratori con avversari che non hanno assunto nulla. Abbiamo notato che la resa prestazione è stata la medesima. Crediamo che tali prodotti vengano assunti a causa di errati modelli introdotti dai mass media
».
Il liceo classico di Avellino ha mostrato come sia possibile raggiungere la vittoria attraverso sacrificio ed abnegazione. L’istituto ha racchiuso i risultati di un progetto in un video.

Francesco Paris