Latina, festa del cioccolato

Pubblicato il: 17-02-15

Questa mattina,  nella sala conferenze del Comune di Latina,  ha avuto luogo la presentazione  della
Festa del cioccolato  che animerà Piazza del Popolo  dal  19 al  22 febbraio.
La manifestazione organizzata da Choco Amore, Karisma Eventi, Craun&Crest, con il patrocinio del Comune di Latina,  porterà  in piazza la cultura e l\'arte artigianale della produzione del cioccolato.
Fino al 1828 il cioccolato era solo una bevanda amara in seguito l’olandese Van Houten lo trasformò in  solido e, da quel momento in poi, i cioccolatini e le barrette hanno invaso non solo le vetrine delle pasticcerie di tutta Europa ma anche le nostre case.
La Germania e la Svizzera sono i maggiori consumatori di cioccolato con oltre 8 kg all\'anno pro capite, di gran lunga più degli italiani che ne mangiano solo 1,7 kg.  E’ stato ampiamente dimostrato che  il cioccolato fondente consumato regolarmente in giusta quantità fa bene allo spirito e alla salute.
Alla base delle virtù salutistiche c\'è senz\'altro la presenza nelle fave di cacao, di alcune sostanze che migliorano l\'umore modulando l\'attività del cervello. Tra queste vi è la presenza della teobromina e della metilxantina che hanno effetti simili alla caffeina e poi c\'è la feniletilamina  \"sostanza dell\' amore\" che genera in noi uno stato di piacere simile a quell\'dell\'innamoramento. Il cioccolato, assunto in dosi moderate, non agisce solamente sul nostro umore ma ha utili effetti anche sul nostro benessere fisico. L\'elevato contenuto in antiossidanti flavonoidi protegge le cellule del corpo contro le azioni dei radicali liberi responsabili dell\'invecchiamento e sembra abbia effetti positivi sul sistema cardiocircolatorio, sul sistema immunitario e addirittura riduca il colesterolo e la pressione arteriosa. Tutti buoni motivi da mettere assieme alla voglia di acquistare il cioccolato per coccolarsi e per migliorare l’umore. Per i bambini ci sarà il gruppo di animazione Play Planet di Latina e per i grandi, la sera, una serie d’iniziative con gli allievi della scuola di estetica Esthetic Line che proporranno Body Art con body painting al cioccolato e il Sabato notte gli animatori dell’associazione Cubamemucho  infiammeranno tutta la Piazza con i ritmi sud americani delle terre del cacao.

PROGRAMMA
La manifestazione e gli stand del cioccolato rimarranno aperti al pubblico dalle 10:00 a notte.
ANIMAZIONE
Tutti i Pomeriggi e la Domenica mattina Animazioni con mascotte, trucca bimbi, palloncini e varie attività ludiche a cura dell’Associazione PLAY PLANET di Latina, saranno inoltre realizzati laboratori sul cioccolato  “Choco Play” per la cultura del cioccolato “vero” con la tecnica imparando-giocando.                                       
BODY PAINTIG AL CIOCCOALATO                                                                                                                            Giovedì 19 e Venerdì 20 sera gli allievi truccatori della scuola “Esthetic Line” di Latina  eseguiranno dimostrazioni su splendide modelle di Body Painting Art, naturalmente usando come colori il buon cioccolato artigianale.                                                                                      
“LA NOTTE CHOCO CALIENTE”
Venerdì e Sabato sera dalle ore 21:30 tutti invitati al divertimento sicuro con dimostrazioni di balli caraibici e cubani e a seguire balli di gruppo a cura dei maestri-animatori dell’ A.S.D. CUBAMEMUCHO di Latina                                               


Il Cioccolato tra curiosità e gusto
  dott. Enrico Barcella


Da dove viene e perché ci vogliono le zanzare.
La Pianta , Theobroma cacao (\"Theos\" Dio, \"broma\" cibo) è originaria del Centro America appartiene alla famiglia delle sterculariaceae. Utilizzata certamente da oltre 4800 anni è un albero di 2- 4 metri di altezza che vive in aree tropicali con temperature di 21 - 32 C° con minime mai sotto i 15. La fascia ideale è tra il 15 e il 18° parallelo. I coltivatori piantano il cacao spesso sotto piante più alte che lo proteggono e creano un microclima caldo umido adatto al suo sviluppo e a quello di particolari zanzare, sì proprio zanzare, che sono i principali insetti impollinatori dei fiori del cacao. Questi fecondati formano grossi frutti che crescono attaccati ai rami e al tronco della pianta da cui si ricavano i semi dalla cui lavorazione si ottiene il cioccolato.
Quante varietà e quanti sapori
Attualmente si coltivano tre specie di cacao il Forastero, il criollo e il trinitario. Il primo è il piu\' diffuso e copre circa il 90 % del mercato mondiale, è poco profumato e il gusto non è eccezionale ma è il piu\' rustico e produttivo per cui i coltivatori lo apprezzano piu\' degli altri. Il Criollo è il piu\' profumato e gustoso ma è delicato. Nel mondo rappresenta solo l\'1-2% della produzione. Infine il Trinitario è una via di mezzo tra il forestero e il criollo e forese deriva da un incrocio tra i due.
Da un seme secco alla pasta morbida del cioccolato.
Il cioccolato dei Maya, ma anche degli europei fino al 1800  non era uguale a quello che oggi conosciamo. Infatti per circa 5000  anni il cioccolato è stato una bevanda. I semi estratti dal frutto infatti venivano lasciati fermentare per liberarli dalla parte esterna, quindi o essiccati e tostati venivano tritati e messi in acqua. Insomma venivano utilizzati per farne una bevanda fredda amara simile al nostro caffè. Tanto che per molto tempo gli spagnoli non lo apprezzarono che era invece molto in voga tra gli indigeni. Una prima modifica la fecero i conquistadores aggiungendo zucchero di canna per addolcirla. Così tra bevanda fredda, poi calda con l\'aggiunta di zucchero invase l\'Europa e venne degustata da Re e Regine. Si arriva poi al 1847 quando il pasticcere olandese Van Houten inventa una pressa che riesce a dividere la polvere di cacao dal burro cacao con i quali riuscì a produrre la prima barretta solida di cioccolato e dar vita alla meravigliosa pasticceria legata a questo prodotto.
Il cacao benessere
Ormai è stato più volte dimostrato che il cioccolato fondente consumato regolarmente in giusta quantità fa bene allo spirito e alla salute. Alla base delle virtù salutistiche del cioccolato c\'è senz\'altro la presenza tra le oltre 500 sostanze chimiche presenti nelle fave di cacao, di alcune che migliorano l\'umore agendo direttamente sul cervello, modulandone l\'attività. Tra queste vi è la presenza della teobromina e la metilxantina con effetti simili alla caffeina e poi c\'è la feniletilamina  sostanza \"dell\' amore \" che genera uno stato di piacere simile a quell\'dell\'innamoramento. Insomma la vera responsabile, secondo alcuni dell\'effetto afrodisiaco del cioccolato. Ma il cioccolato non agisce solamente sul nostro umore ma ha benefici effetti anche sul nostro benessere fisico. L\'elevato contenuto in antiossidanti flavonoidi protegge le cellule del corpo contro gli effetti dei radicali liberi che sono responsabili dell\'invecchiamento e sembra abbia effetti positivi sul sistema cardiocircolatorio, sul sistema immunitario e addirittura riduca il colesterolo e la pressione arteriosa.
Il cioccolato aiuta la conservazione della memoria .
Secondo una ricerca  della Columbia University, pubblicata su Nature Neuroscience basterebbe assumere giornalmente 900mg al giorno di flavonoidi del cacao, per ottenere, dopo tre mesi,  il  risultato che una persona sessantenne recupererebbe la memoria tipica di un trentenne o di un quarantenne\".  Il \"miracolo\" secondo gli scienziati sta nei flavonoidi del cioccolato che hanno la capacità di migliorare la funzione del cosiddetto Giro dentato del nostro cervello. Gli scienziati per ottenere questo risultato hanno testato  37 soggetti tra i 50 e 60 anni a cui, divisi in gruppi, hanno somministrato una bevanda contenente dosi diverse di flavonoidi del cioccolato. Dopo 3 mesi testando la memoria del gruppo a cui era stata somministrata la dose giornaliera di 900 mg al giorno di flavonoidi hanno evidenziato che questa era decisamente migliorata. Sebbene, per ottenere questi benefici non basti il normale consumo di cioccolato ma sia invece essenziale somministrare i flavonoidi ad alte dosi, ciò non toglie che mangiare cioccolato fondente ad alto contenuto di cacao possa in qualche modo avere un\'azione sul nostro benessere. .
I tedeschi sono i più golosi.
La  Germania è il Paese europeo di maggior consumo di cioccolata con oltre 8 kg per anno pro capite, una quantità altissima rispetto ai consumi italiani che si posizionano intorno ai 2 Kg. Tra i Tedeschi e noi si pongono i consumi degli inglesi intorno ai 6 kg e i francesi 5,5. Secondo alcune indagini la spinta maggiore al consumo di cioccolato è l\'acquisto ad impulso guidato dal piacere del gusto ma anche dall\'esigenza di tirarsi su il morale.
 

M.F.