Ferentino, gli over sessanta in soggiorno a Silvi Marina

Pubblicato il: 11-09-15

Consueto soggiorno estivo, a Silvi Marina, per gli anziani di Ferentino. Anche quest’anno la locale amministrazione comunale, attraverso l’assessorato ai Servizi Sociali e in collaborazione con l’associazione di animatori “Il Gabbiano”, ha voluto proporre agli over sessanta un periodo di riposo e di relax nella cittadina abruzzese. Il soggiorno per gli aderenti all’iniziativa, è cominciato il 6 settembre e si concluderà giovedì 17 settembre, proprio in concomitanza dell’inizio della manifestazione Ferentino è .
A fare visita agli anziani, come da tradizione, anche il sindaco Antonio Pompeo insieme all’assessore ai servizi sociali Luigi Vittori. Una giornata diversa, in un clima di festa e di condivisione, un modo concreto per dimostrare la vicinanza delle istituzioni ai diversamente giovani della città.
Come ogni anno, anche per questa stagione – ha spiegato il sindaco Antonio Pompeol’amministrazione comunale di Ferentino ha organizzato il soggiorno estivo per gli anziani. Riteniamo che questa fascia della nostra popolazione meriti rispetto e coinvolgimento. Il soggiorno per anziani è un modo per offrire loro un periodo di sano divertimento, di socializzazione e di condivisione, confermando l’attenzione che abbiamo per il settore dei servizi sociali. L’augurio a tutti i villeggianti è di ritemprarsi in vista del ritorno in città e ai doveri che competono ai nonni, doveri e compiti fondamentali per la nostra comunità”.
“Si conferma una tradizione per i Servizi sociali di Ferentino – ha aggiunto l’assessore Luigi Vittori quella di dare la possibilità ai nostri anziani di godere di un periodo di riposo al mare. Insieme al sindaco Pompeo siamo venuti a trovarli per trascorrere insieme una giornata di relax. Colgo l’occasione, infine, per ringraziare gli animatori dell’associazione “Il Gabbiano” e il presidente Roberta Paris, alla sua prima esperienza con questo tipo di attività, impegnati ad assistere nelle incombenze e nelle richieste i nostri villeggianti”.
 

C.S.