Sermoneta, presentazione del romananzo Faremo bene il male

Pubblicato il: 03-02-16

Sabato 13 febbraio 2016, alle ore 11.30, nel suggestivo Castello Caetani di Sermoneta, splendida fortezza medievale del borgo pontino, ospiti della Fondazione Roffredo Caetani, si terrà la presentazione del romanzo Faremo bene il male. L’evento, promosso dalla Fondazione e dall’Archeoclub di Sermoneta, sarà introdotto dai rispettivi presidenti, Pier Giacomo Sottoriva e Dante Ceccarini, con letture sceniche a cura di Giovanna Dei Giudici e intervista a cura di Luca Bellardini. Un’occasione da non perdere per visitare l’incantevole cittadina di Sermoneta e per ascoltare la storia di un viaggio e viaggiare nella storia.
La storia di un viaggio in quella nostra parte inconfessata che non si accontenta della quotidiana umanità, ma si spinge al bordo estremo dell’orizzonte visibile, per ritrovare la propria repressa essenza divina. Angeli caduti o demoni, i tre protagonisti del viaggio, un professore di liceo, la sua allieva Dafne e la sorella minore di questa, Diana, vanno alla ricerca di un libro misterioso che racchiude la mappa per ritornare al paradiso perduto. Un viaggio di amanti e amati che li condurrà in meravigliose abazie, siti archeologici e dimore dall’illustre passato per la Penisola, giungendo infine alla caotica Alessandria d’Egitto, con sullo sfondo anche il magnifico Giardino di Ninfa. Un viaggio che non è una fuga ma una sorta di pellegrinaggio iniziatico e catartico. Tra dense accensioni liriche e paralizzanti paradossi morali, Faremo bene il male, già finalista all’edizione 2015 del prestigioso Premio Nabokov, non può considerarsi semplicemente un nuovo Lolita, ma un romanzo che trasporta il lettore nelle vertiginose regioni della metafisica e, insieme, lo sprofonda negli oscuri abissi della psiche, per poi riemergere grazie alla energia primigenia dell’amore. Da cornice a questa esperienza di viaggio nel tempo e nei sentimenti il magnifico Castello Caetani e la voce di Giovanna Dei Giudici, alla quale sono affidate le letture sceniche.

L’Autore
Luciano Monti (Como, 1963) ha collaborato con numerosi Ministeri e Regioni italiani in qualità di coordinatore scientifico e valutatore di progetti europei, prevalentemente nel campo sociale e del lavoro, ed è stato titolare di molti incarichi istituzionali e associativi. È docente di Politiche dell’Unione Europea alla LUISS Guido Carli di Roma e coordina l’Osservatorio Economico Internazionale della Fondazione Bruno Visentini. È inoltre Presidente del Comitato Scientifico del ClubdiLatina.
È autore di oltre settanta tra saggi e articoli sull’Europa e i suoi divari economici e sociali. Fra gli altri, ha pubblicato L’altra Europa. Diario di un viaggio nella povertà (Rubbettino, 2005), Ladri di futuro. La rivoluzione dei giovani contro i modelli economici ingiusti (LUISS University Press, 2014) e curato il volume Divario generazionale. Il senso della dismisura (Alter Ego, 2015).
Per Alter Ego è uscita una sua prima raccolta poetica, Lettere ioniche (2014), finalista alla x Edizione 2015 del Premio Letterario Internazionale “Gaetano Cingari”. È inoltre vincitore del Premio Letterario Internazionale "Arthur Rimbaud" edizione 2015 e finalista al Certamen Apollinare Poeticum edizione 2015 con la poesia “Il giardino degli alberi”, dedicata all’Oasi di Ninfa. Faremo bene il male è il suo primo romanzo edito, in libreria dal 15 ottobre 2015, per i tipi di Alter Ego, finalista al Premio Nabokov 2015.


 

C.S.