Latina, premio Addis Pugliese

Pubblicato il: 03-05-16

Si è svolta ieri, presso il Liceo Artistico Statale di Latina, la fase finale della selezione dei tre quadri finalisti che parteciperanno, domani, mercoledì 4 maggio 2016, dalle 17:30 alle 20, presso il Circolo Cittadino, in piazza del Popolo a Latina alla I edizione del “Premio Addis – Best Painter 2016”. La giuria, formata da Francesco Martelli, Massimo Pompeo, Silvia Iorio, Laura Martufi, Carmela Moncelli, Patrizio Veronese, Pietro Vitelli, Gianluca Menegon, Vincenzo e Antonio Lieto, si è trovata di fronte a ben 45 opere tutte firmate dagli studenti del Liceo Artistico di Latina e tutte di altissimo livello. Il tema assegnato era “Il movimento” e decidere non è stato affatto facile tanto che ogni scelta è stata oggetto di grande discussione anche in relazione alla bravura e all'impegno mostrato da ogni singolo partecipante che ha proposto opere originali, stilisticamente impeccabili ed emozionanti. Ogni dipinto aveva un'anima che spingeva ad osservare ed osservare ancora la tela. L’evento, sponsorizzato dall'Azienda Agricola "Casale del Giglio", è patrocinato dal Comune di Latina e dalla Provincia di Latina, è stato organizzato in collaborazione con la Fenalc e con il Liceo artistico di Latina. Al vincitore del “Premio Addis – Best Painter 2016”verrà consegnata, dalla moglie di Addis, Gilda, una borsa di studio e il dipinto sarà utilizzato come logo per la seconda edizione. L’evento, infatti, è stato fortemente voluto dalla famiglia di Addis Pugliese, il pittore scomparso nel 2010, che con le sue opere ha saputo rendere omaggio alla bellezza del territorio pontino, e non solo, presentandole sotto una luce unica dove l’intimità del paesaggio si fonde con lo splendore della natura, dei paesaggi, dei volti che lo contraddistinguono. L’obiettivo è rendere omaggio all’artista e all’uomo che con il suo lavoro ha sempre creduto ed investito sui giovani che volessero avvicinarsi alla pittura, che ha sempre lasciato aperte le porte del suo studio e del suo cuore a tutti i talenti che avessero desiderio di imparare e crescere in un percorso fatto di colori e immagini. Questo Premio, infatti, ha lo scopo di far conoscere e premiare talenti dell’Agro Pontino ed incentivare la divulgazione dell’arte tra i giovani. La giuria, nel corso della serata, subito dopo emozionanti momenti di musica, poesie e filmati dedicati ad Addis, avrà la possibilità di osservare e valutare i tre quadri esposti e alla fine, con tanto di breve commento e critica, si pronuncerà per l’artista vincitore, al quale verrà consegnato il premio “Addis Best Painter” e una borsa studio offerta ai tre finalisti dalla famiglia Pugliese. Partecipareanno come ospiti il Prof. Renato Mammucari, critico d’arte, Franco Borretti, pittore e giornalista, Adriana Vitali Veronese, poeta, Federico Palladini, cantautore , il Prof. Gianluca Biondi, pianista e il presidente della Fenalc, Alberto Spelda. Le opere saranno presentate dalla preside dell’Istituto comprensivo Prof.ssa Patrizia Pochesci, dai responsabili Prof.ri Osvaldo Martufi, Antonella Feudi, Livia Cucchi e dalla referente del progetto Prof.ssa Paola Parziale. Gli stessi pittori, presenteranno e commenteranno le loro opere alla giuria presente, per poi attendere il verdetto alla fine della manifestazione”.

ADDIS PUGLIESE

E’ nato a Feltre, in provincia di Belluno, dove ha ricevuto la sua prima formazione culturale, artistica e umana, subendo una forte influenza non solo da un ambiente antico e ricco di memorie storiche, ma anche dai contatti con artisti e personaggi della cultura che negli anni del dopoguerra operavano a Feltre e in quella provincia.
Ha frequentato gli studi di noti pittori come Romano Parmeggiani, Bruno Milano e Gianni Palminteri.
A 18 anni, presentato dal prof. Silvio Guarnieri, ha fatto il suo debutto in una collettiva insieme a due suoi amici nella vecchia "Galleria Al Sole" di Feltre, dove in quel periodo si alternavano pittori come Murer, Tomea, Santomaso, Vedova, Saetti, Zigaina ed altri.
Nel 1965 il Circolo universitario feltrino gli ha organizzato una personale, ed è stato presentato dalla prof. Anna Paola Zugni Tauro. Da allora è stato presente nelle principali città italiane, sia con numerose personali che con significative partecipazioni a importanti rassegne nazionali e internazionali, figurando con i più noti artisti contemporanei. Ha inoltre esposto in alcune città estere, tra le quali Atene, Ginevra, Dublino, Breil sur Royal, New York, San Paolo del Brasile, Sebha (Libia), Mosca e Saransk (Moldavia).
La critica più attenta e autorevole si è occupata della sua attività su quotidiani, riviste specializzare, antologie, radio e TV nazionali e private, in presentazioni, cataloghi e monografie, rivelandone le grandi doti di chiarezza e la poetica comunicabilità.
I numerosi premi e riconoscimenti conseguiti, fuori da qualsiasi preordinata collocazione, documentano la validità di questo artista che, da oltre cinquant’anni, occupa un posto di prestigioso rilievo nell’ambito della figurazione non informale italiana.
Nel 1990 il Presidente del Consiglio on. Giulio Andreotti ha inaugurato ufficialmente una sua personale a Latina dedicata all’Agro Pontino. Nel 1991 è stato ricevuto in Vaticano da Sua Santità Giovanni Paolo II, al quale ha donato una sua opera.
Molte sono state le gratificazioni ricevute dalla sua città di Latina, sia per l’attività artistica che per le numerose iniziative culturali e sociali intraprese. Nel 1999 ha ricevuto il Premio Immagine Città di Latina.
Ha ricevuto, nell'estate 2010 a Villa Fogliano, il prestigioso "Premio alla carriera" al quale hanno partecipato autorità ed importanti critici come Giorgio Agnisola.
Le sue opere fanno parte di collezioni pubbliche e private, sia in Italia che all’estero.
E’venuto a mancare il 12 novembre 2010 lasciando un grande vuoto nella famiglia e nel mondo dell’arte al quale apparteneva .

C.S.