Latina, grandi nomi del jazz internazionale

Pubblicato il: 08-12-16

Domenica 11 dicembre ore 18:00 presso il locale 8-11 (ex Stoà) in via Cesare Battisti 23 a Latina, la rassegna concertistica organizzata dal Be Jazz Collective entra nel vivo con il primo evento dedicato agli ospiti speciali. Sarà la volta infatti del trio di Domenico Sanna, raffinato e stimato pianista compositore, accompagnato da Luca Fattorini al contrabbasso e da un ospite veramente speciale, il batterista americano Greg Hutchinson, uno dei più quotati sulla scena internazionale.
Domenico Sanna, classe 1984, è considerato uno dei pianisti più interessanti dell’ultimo periodo, in grado di fondere gli stili della tradizione con la sua moderna sensibilità. Vincitore del Jimmy Award (2007 e 2008) del Tuscia in Jazz, premio Luca Flores (2008), premio dall’associazione “Armonia Foundation of Arts (2009), ha condiviso il palco con nomi del jazz italiano quali Roberto Gatto, Antonello Salis, Stefano Di Battista, Flavio Boltro, Max Ionata, Dario Deidda, solo per citarne alcuni.
Si é esibito in alcuni tra i più importanti clubs e festival del mondo. Ha registrato circa trenta album di cui cinque come leader tra cui 'Brooklyn Beat', con la partecipazione di Ameen Saleem e Dana Hawkins, disco registrato per Jando Music a New York, cittá che Domenico ormai da anni frequenta collaborando con i migliori musicisti della scena come Jeff Ballard, Joe Lovano, Larry Grenadier, Steve Grossman, Francisco Mela, Eddie Gomez, JD Allen, Scott Hamilton e Greg Hutchinson.
E proprio Greg Hutchinson sarà la 'guest star', insieme a Domenico Sanna e all'ottimo Luca Fattorini, in questo terzo appuntamento con i concerti domenicali del Be Jazz Collective.
Definito da Jazz Magazine come “il batterista della sua generazione”, Hutchinson è uno dei più stimati musicisti del nostro tempo. Batterista profondamente radicato nella tradizione del jazz, in grado di affrontare con naturalezza e fantasia tutti gli stili della musica. Nato 46 anni fa a Brooklyn, cresce ispirato musicalmente dai suoi genitori attraverso l'ascolto di artisti che spaziano dal jazz, al soul al funk. “Tra le mie influenze principali ‘Philly’ Joe Jones,” ammette, “perché ha incorporato tutti gli elementi della sua vita nella sua musica”. Un’altra sua fonte d’ispirazione è Charlie Parker. Che la batteria canti, questo è il suo desiderio e il suo obiettivo, così come cantava la tromba di Charlie Parker.
La carriera professionale di Greg Hutchinson inizia ufficialmente quando ancora giovanissimo si esibisce con il trombettista Red Rodney. E da allora un'escalation continua che lo ha portato a collaborare con i più importanti artisti del mondo nel jazz tra cui: Betty Carter, Ray Brown, Dianne Reeves, Wynton Marsalis, John Scofield, Roy Hargrove, Charles Lloyd, Diana Krall, Harry Connick Jr, Joshua Redman, Christian McBride, Maria Schneider e molti altri ancora.
Dunque un evento imperdibile quello di Domenica 11 Dicembre, occasione d'oro per il pubblico di Latina (e non solo di Latina) per ascoltare grandi nomi del jazz, nonché un'ulteriore tappa importante per questa seconda stagione concertistica promossa dal Be Jazz Collective, in grado oramai di ospitare artisti di levatura nazionale e internazionale. Per informazioni: bejazzlatina@gmail.com



C.S.