A Ferritto la SperlongaBike

Pubblicato il: 24-11-10

Con un assolo negli ultimi 6 chilometri Luigi Ferritto (Frw Giannini Bike’s) ha voluto chiudere in bellezza il 2010  vincendo in solitudine la Sperlonga Bike-Trofeo San Leone staccando l’avversario di turno Guido Cappelli portacolori della Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi.
Ben 70 corridori in rappresentanza di 26 squadre provenienti da Lazio e Campania hanno scelto di pedalare per l’ultima volta in stagione sulla propria bici da fuoristrada cimentandosi sul collaudato percorso di 6 chilometri (170 metri di dislivello a giro) in uno scenario naturale mozzafiato: lo spettacolare sentiero della Grotta di Tiberio a picco sulla mare, la spiaggia della Valle dei Corsari e del Fortino e il belvedere di Piazza Europa sede del traguardo finale. Le categorie master-amatoriali hanno ripetuto per 5 volte il circuito fatta eccezione per le donne master e gli allievi (3 giri) e gli esordienti uomini (1 giro) con un tratto iniziale di lancio lungo 1500 metri comune a tutte le categorie.
Un fortissimo vento che veniva dal mare ha  solo reso difficile la partenza data nella zona litoranea di Sperlonga dove gli atleti oltre al vento hanno dovuto fare i conti con l’ascesa che conduceva in pieno centro storico. In questo frangente i primi big a conquistare la testa della gara sono stati Ferritto (Frw Giannini Bike’s) e Cappelli (Nw Sport Conte) che sono riusciti a fare il vuoto da subito lasciando Parente (Asd Il Pirata) a 12”, Adipietro (Formia Mtb Club) a 16”, Faiola (Asd Sant’Anastasia) a 54” e lo juniores Mellozzi (Nw Sport Conte) a 1’14”. A metà corsa i distacchi tra la coppia al comando e i più immediati inseguitrori si sono ulteriormente dilatati ma la gara è entrata nel vivo nel corso del penultimo giro quando Ferritto è riuscito a staccare Cappelli (10” il suo ritardo all’inizio dell’ultima tornata) mentre subito dietro Adipietro (3’00”) e Faiola (4’00”) hanno recuperato e sorpassato Parente (4’25”) con quest’ultimo che è scivolato in quinta posizione assoluta. In perfetta solitudine negli ultimi 6 chilometri Ferritto ha tagliato il traguardo coprendo i 32 chilometri del percorso col tempo di 1.35’42” alla media di 20,121 km/h facendo registrare un tempo medio sul giro di circa 18 minuti.
Una gara molto combattuta con un avversario che sempre mi ha fatto sudare e da quando corro con Guido ci alterniamo sempre nelle posizioni di vertice ed è migliorato tantissimo. Mi sono preparato abbastanza per questa competizione e il forte vento ci ha dato fastidio nel tratto verso la Grotta di Tiberio” ha commentato entusiasta Luigi Ferritto, originario di Piedimonte Matese (Benevento).
Al penultimo giro è mancata la benzina poiché avevo smesso la preparazione 15 giorni fa dopo aver vinto la Staffetta del Vino Novello. Ho cercato di stare dietro a Luigi ma mi sono mantenuto a distanza” ha affermato Guido Cappelli vincitore a settembre della granfondo alla Marathon dei Monti Aurunci.
Sono partito bene con i primi ma ho perso contatto da loro nei primi due giri faticando a trovare il ritmo e tutto sommato va bene così perchè sto iniziando la premiazione” ha commentato Luca Adipietro.
“Il percorso era duro e tecnico, bisognava pedalare tanto. La gamba inizia a rispondere bene e riesco a metabolizzare la fatica perché ho alle porte una lunga stagione a cominciare dal campionato regionale di ciclocross e dai campionati italiani di Roma senza contare che corro anche su strada” ha spiegato Tiziano Faiola che si è commosso mandando una dedica speciale al suo compagno di squadra Fabrizio Di Somma (campione mondiale e olimpionico alle Paralimpiadi di ciclismo nello specifico guida in tandem per i non vedenti) investito in allenamento circa 20 giorni fa a Latina “un ciclista appassionato, serio e leale che sta facendo un enorme passo avanti con la guarigione, risponde bene, pensa addirittura al recupero e ad allenarsi presto. Grande Fabrizio!”
Non ha avuto avversari l’unica atleta femminile al via ovvero Arianna Pagotto (Bike Friends Pontinia) che ha conquistato il suo secondo successo stagionale al suo primo anno di attività nel fuoristrada  dopo la classifica finale del Circuito Agro Pontino Ciociaro.
Presenti nel corso della gara e della cerimonia di premiazione per il comitato FCI Lazio il responsabile del settore fuoristrada Enrico Rizzi e i consiglieri Francesco Tallarini e Paolo Imperatori. La Sperlonga E20 e la Nw Sport Cicli Conte hanno voluto mettere in risalto “la macchina organizzativa funzionata alla perfezione in sinergia con vigili urbani, carabinieri, guardiaparco del Parco della Riviera di Ulisse, i volontari della Croce Rossa Italiana di Sperlonga e Itri Vorremmmo  riproporci nel 2011 entrando a far parte del circuito del cross country nel Lazio

ORDINE D’ARRIVO ASSOLUTO UOMINI
1° Luigi Ferritto (FRW Giannini Bike’s – 1°M1) 1.35’42”
2° Guido Cappelli (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 1°M2) a 2’04”
3° Luca Adipietro (Formia MTB Club – 2°M1) a 4’56”
4° Tiziano Faiola (ASD Sant’Anastasia – 1°MSport) a 5’42”
5° Mirko Parente (ASD Il Pirata – 2°MSport) a 5’58”
6° Francesco Mellozzi (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 1°Jun) a 5’58”
7° Carmine Amendola (ASD Bike&Sport Team – 3°Msport) a 7’29”
8° Maurizio Spalletta (ASD Il Biciclo – 2°M2) a 8’13”
9° Marcello Rotunno (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi – 3°M1) a 9’50”
10° Antonio Fusco (Nw Sport Cicli Conte Fans Bike Fondi –1°M5) a 10’13”

(In ALLEGATO le Classifiche)

Comunicato Stampa

[Scarica Allegato]