Bardiani CSF, Umberto Orsini costretto al ritiro

Pubblicato il: 19-05-19

Umberto Orsini è costretto a chiudere anzitempo la sua prima esperienza al Giro d’Italia. A fermare il toscano della Bardiani-CSF, classe ’94, un’infiammazione acuta della bandelletta ileotibiale del ginocchio sinistro. Già da un paio di giorni Orsini accusava dolore ma, con tenacia e e il supporto della tecarterapia, era riuscito a concludere la tappa . 
Questa mattina, nella sgambata di riscaldamento in vista della crono Riccione-San Marino, il dolore è però diventato insostenibile e il medico della Bardiani-CSF dottor Giampaolo Benini, di concerto con i direttori sportivi, ha imposto lo stop al corridore.
Nelle otto tappe disputate Orsini è riuscito comunque a mettersi in luce con una fuga nella quinta tappa Frascati-Terracina. Domani, primo giorno di riposo del Giro, tornerà a casa per affrontare un periodo di riposo abbinato a fisioterapia.

UMBERTO ORSINI FORCED TO ABANDON  
 
This morning, in the warming up training in view of the Riccione-San Marino time trial, the pain became unsustainable and Bardiani-CSF doctor, Dr. Giampaolo Benini, in accordance with sports directors, imposed the stop to the rider.
In the eight stages raced by Orsini in the Giro he was however able to highlight himself with a breakaway in stage 5 Frascati-Terracina. Tomorrow, the first rest day of the Giro, he will return home to face a rest period combined with physiotherapy.

Comunicato stampa