Nibali all\'assalto della Vuelta

Pubblicato il: 23-08-10

La Liquigas-Doimo si appresta a prendere parte con forti ambizioni, dal 28 agosto al 19 settembre, alla Vuelta a España, terzo grande giro della stagione. A testimoniarlo, oltre gli ultimi risultati che parlano di una formazione in ottima salute, i nomi degli atleti scelti per parteciparvi. Vincenzo Nibali e Roman Kreuziger, le punte per ambire alla classifica generale, Daniele Bennati e Jacopo Guarnieri, i punti di riferimento per le volate. A loro si aggiungono corridori affidabili come Mauro Finetto, il polacco Maciej Paterski, Ivan Santaromita, il belga Frederik Willems e lo svizzero Oliver Zaugg. «Possiamo dire la nostra su tutti i fronti – afferma Mario Scirea, il diesse che guiderà la squadra insieme a Dario Mariuzzo -. Nibali ha una condizione tale da poter guardare alla classifica generale con ambizione, mentre per Kreuziger valuteremo strada facendo a cosa puntare. Bennati è cresciuto molto ad agosto e può essere competitivo sia in volata che nelle tappe miste. Guarnieri ha ottime doti ma affronta per la prima volta un grande giro: l’obiettivo primario è acquisire esperienza. Oltre a loro possiamo fare affidamento su un gruppo di corridori capaci di assolvere il ruolo di supporto ai leader oppure di battitori liberi». Dai tecnici ai corridori, la convinzione di poter essere protagonisti non cambia. «La vittoria al Trofeo Melinda è stata un’importante iniezione di fiducia – afferma Nibali –. Le prospettive sono buone ma non voglio caricarmi di troppe pressioni. Vorrei ripetere l’esperienza del Giro d’Italia: dare il massimo giorno dopo giorno, senza fare troppi calcoli. Il percorso l’ho studiato sulla carta ma manca il riscontro con la realtà, dato che non l’ho mai disputata. Incognite a parte, sento di pedalare bene e la condizione è cresciuta molto». Per Kreuziger, dopo le fatiche del Tour de France, la Vuelta sarà una corsa da vivere alla giornata. «Scoprirò tappa dopo tappa quali obiettivi pormi, ma la voglia di lasciare il segno è forte. Il percorso è impegnativo e, per uno scalatore come me, offre diverse opportunità per essere protagonista. Gli impegni post Tour sono serviti per mantenere la condizione: ho evitato di spremermi per arrivare in Spagna ed essere subito competitivo». Bennati, dopo una stagione finora troppo travagliata, è deciso a rilanciarsi: «Agosto è stato utile per riacquisire brillantezza e attitudine alle volate. Speravo di raccogliere qualcosa in più in termini di risultati ma la lontananza delle corse si è fatta sentire. So comunque di essere cresciuto molto e di poter giocare un ruolo importante. Obiettivi? Minimo una vittoria e magari una maglia azzurra per Melbourne». Pronto a buttarsi nella mischia anche Guarnieri: «E’ un’opportunità fondamentale per la mia crescita. Testerò il mio rendimento su tre settimane e potrò confrontarmi con i migliori sprinter. Con Daniele faremo gioco di squadra per aiutarci a vicenda: l’importante è la vittoria. Dal canto mio, sento di avere una condizione che mi permetterà di essere competitivo. Centrare una vittoria subito sarebbe il massimo».

Comunicato Stampa