Liquigas, terminato il ritiro

Pubblicato il: 21-01-11

La forza della Liquigas-Cannondale nelle cronometro a squadre è frutto, innanzitutto, di un lavoro costante e mirato che il team verde-blu svolge nei ritiri collegiali.
Per questo motivo i corridori presenti al Geo Village Sport & Wellness Resort di Olbia (Sardegna), sede dei camp invernali del team, si sono dilettati nella mattina odierna in una cronosquadre “in famiglia” sotto la guida dei DS Paolo Slongo e Mario Scirea. Due le formazioni impegnate: la prima con Maciej Bodnar, Timmy Duggan, Paolo Longo Borghini, Ted King, Daniel Oss e il dilettante Gianluca Leonardi (Marchiol), guidata da Slongo e dal meccanico Saul Nencini; la seconda con Valerio Agnoli, Damiano Caruso, Mauro Da Dalto, Tiziano Dall’Antonia, Vincenzo Nibali, Maciej Paterski, Peter Sagan e Sylwester Szmyd, capitanata da Scirea e dal meccanico Matteo Cornacchione. A riposo precauzionale Mauro Finetto e Juraj Sagan.
«Abbiamo unito l’utile al dilettevole» afferma Slongo. «I miglioramenti nelle prove contro il tempo si ottengono grazie a lavori specifici, pensati per facilitare l’adattamento della posizione in sella e per “oliare” il meccanismo dei cambi. Oggi abbiamo deciso di aggiungere il fattore agonistico che, per un corridore, è uno stimolo in più oltre che un divertimento. Sui dieci chilometri stabiliti come prova, ha vinto il primo gruppo: al secondo l’onere di pagare la pizza».
Il ritiro in Sardegna ha finora offerto ai corridori la possibilità di svolgere un lavoro per incrementare la resistenza e la forza. «In base ai differenti calendari agonistici gli atleti seguono un programma di allenamento specifico» conclude Slongo. «Per coloro che intendono essere competitivi in primavera la condizione è in netta crescita, per gli altri è il momento invece di creare il fondo in vista soprattutto dei grandi giri».
La conclusione del ritiro è prevista per sabato, giorno in cui la pattuglia verde-blu lascerà l’isola.

Comunicato Stampa