Vacansoleil, licenziato Riccò

Pubblicato il: 19-02-11

La notizia era nell'aria da diversi giorni, ma solo quest'oggi è giunta l'ufficialità: la Vacansoleil ha licenziato, con effetto immediato, Riccardo Riccò. Il team, lo scorso 8 febbraio, data in cui lo scalatore modenese fu costretto ad un ricovero d'emergenza in ospedale per un improvviso malore ha iniziato un'indagine interna per capire le ragioni di tale malessere. L'inizio di questa inchiesta, in via cautelare, ha portato alla momentanea sospensione del ciclista modenese. I risultati emersi dall'inchiesta hanno spinto i massimi dirigenti della Vacansoleil a licenziare Riccò. Il corridore è stato informato della decisone mediante una lettera raccomandata.

LA REAZIONE --- Riccò che da ieri ha lasciato l'ospedale in cui era ricoverato ha deciso di non rilasciare dichirazioni chiudendosi in silenzio stampa. Dalla pagina di Facebook del modenese tuttavia si legge: "Leggere i quotidiani è come leggere i giornali di gossip mi fate ridere cari giornalisti ah ah ah ah ah ah ah!!!!! la vendetta è un piatto che va servito freddo!!!!"

FERMATO ANCHE MOSQUERA --- La Vacansoleil si sta dimostrando intransigente in fatto di doping. Il team ha fermato anche il biker spagnolo Ezequil Mosquera. L'atleta avrebbe dovuto prendere parte alla Vuelta a Andalucia - Ruta del Sol. Nel comunicato emesso è però stato precisato che il corridore non è né stato sospeso dall'UCI, né tantomento dalla formazione.  La sospensione va dunque vista, almeno al momento semplicemente come una forma di tutela, del corridore in primis, ma anche della stessa squadra che non vuole, evidentemente, rischiare di inimicarsi troppo le alte sfere del ciclismo, soprattutto in un periodo in cui si parla di una ipotetica revoca della licenza Pro Tour.

Francesco Paris