Lampre, Petacchi torna a vincere

Pubblicato il: 23-03-11

Talvolta è difficile interrompere le lunghe attese, le quali rischiano di assumere i toni della maledizione. Non è questo il caso dell'astinenza di Alessandro Petacchi dalla vittoria nel 2011: Ale-Jet è riuscito infatti a scrollarsi di dosso tutte le aspettative di ritorno al successo, andando a vincere la 2^tappa della Volta a Catalunya (Santa Coloma de Farners-Banyoles, 169,3 km).
Il velocista della Lampre-ISD ha finalizzato al meglio il grande lavoro sostenuto dai compagni di squadra, impeccabili nel controllare e poi ricucire il divario dai 4 fuggitivi di giornata. Nella volata di gruppo, Petacchi ha lottato con Rojas Gil, precedendolo di pochi centimetri sulla linea del traguardo.
"La mancanza di vittorie non era un assillo, mi pesavano piuttosto tutti i contrattempi dovuti alle cattive condizioni di salute - ha spiegato Petacchi - Dopo aver perso ieri una buona occasione, oggi non mi sono lasciato sfuggire la seconda opportunità: davvero bravi i miei compagni a limitare i fuggitivi e ottimi Pietropolli e Loosli nel mettermi nella condizione di disputare uno sprint efficace. Rojas si è dimostrato un avversario ostico, ma la mia voglia di vincere era tanta e mi è servita per mettere la mia ruota di pochi centimetri davanti alla sua".
Soddisfatto anche Bruno Vicino, ds della Lampre-ISD assieme al collega Bondariew: "Bel riscatto di tutta la squadra dopo la delusione di ieri. Il lavoro svolto dai nostri corridori è stato perfetto, non abbiamo lesinato le energie e il risultato ci ripaga degli sforzi compiuti. L'applauso va ovviamente anche a Petacchi, bravo a intepretare nel migliore dei modi uno sprint non semplice: la strada era bagnata, bisognava prestare la massima attenzione, ma Alessandro ha saputo muoversi comunque nei modi giusti e con tempi ottimi".

ORDINE D'ARRIVO
Petacchi
2° Rojas s.t.
3° Cardoso s.t.
4° Edet s.t.
5° Galdos s.t.

CLASSIFICA GENERALE
Smukulis

COPPI E BARTALI --- Meno di cinque secondi hanno diviso la Lampre-ISD dalla vittoria nella cronosquadre valevole come 2^semitappa della giornata di apertura della Coppi e Bartali. Di 4"84 è stato infatti il divario registrato tra la squadra blu-fucsia e l'Androni Giocattoli sulla distanza di 15,6 km (partenza e arrivo a Riccione).
lampre cronometro coppi e vartali
Sin dai primi rilevamenti cronometrici si è capito che la vittoria sarebbe stata assegnata al termine di un testa a testa tra la Lampre-ISD e la formazione del nuovo leader Sella: una lieve flessione di Malori, Balloni e compagni ha decretato la vittoria dell'Androni Giocattoli e un comunque buon 2° posto per la Lampre-ISD.

"Sapevamo di poter contare su corridori particolarmente adatti alle prove contro il tempo come Malori, Balloni e Kvachuk, i quali hanno trovato un buon sostegno anche dagli altri compagni di squadra - ha spiegato il ds Piovani - Purtroppo, vista l'assenza di Cunego, abbiamo corso con solo 7 effettivi: sono certo che a formazione completa, avremmo potuto battere l'Androni Giocattoli, squadra che ha comunque realizzato un'ottima prestazione".

RISULTATI DI TAPPA
1^ Androni Giocattoli 18'32"39 50,502 km/h di media
2^ Lampre-ISD 4"84
3^ FdJ 5"14
4^ Colnago Csf Inox 13"30
5^ Adria Mobil 15"19

CLASSIFICA GENERALE
Sella 2h16'07"
2° Rodriguez s.t.
3° Serpa s.t.
8° Righi 5", 9° Ulissi s.t., 10° Malori s.t., 11° Kvachuk s.t., 12° Balloni s.t., 13° Bertagnolli s.t., 129° Magazzini 1'28".

In mattinata, si era aperta con una semitappa di 81,2 km (partenza e arrivo a Riccione) la Settimana Internazionale Coppi e Bartali. L’epilogo più scontato era quello in volata e infatti il finale è stato egemonizzato dai velocisti, i quali si sono sfidati in uno sprint a ranghi compatti nella quale Belletti ha preceduto Grendene e Bileka.
Nessun atleta della Lampre-ISD aveva preso parte alla volata, come spiegato dal ds Piovani: “Non abbiamo in squadra un velocista puro, quindi abbiamo preferito mantenerci in posizioni di sicurezza e conservare energie per la conometro a squadre del pomeriggio. Tra l’altro, la volata si è rivelata insidiosa a causa di una caduta avvenuta a 500 metri dal traguardo, motivo in più per considerare come valida la nostra decisione di tenerci lontani dalla mischia”.
Come già annunciato, Cunego non ha preso il via della corsa.

ORDINE D’ARRIVO
Belletti
2° Grendene
3° Bileka

Comunicato Stampa