Lampre, bilanci e kermesse

Pubblicato il: 31-05-11

Terminato il Giro d'Italia le più importanti formazioni ciclistiche saranno impegnate nelle kermesse post corsa rosa. Il Team Lampre Isd sarà impegnato in diversi appuntamenti; vediamoli nel dettaglio.
Altri due grandi spettacoli attendono nei prossimi giorni gli appassionati di ciclismo e i colori blu-fucsia non potranno certamente mancare.
Sarà infatti nutrita la presenza di corridori della Lampre-ISD al circuito "Campioni Sotto le Stelle Gp Profed Italian Spa" in programma a Usmate Velate mercoledì 1 giugno e al circuito "Campioni Sotto le Stelle Gp Devero Cotruzioni" che si terrà giovedì 2 giugno a Vimercate. In più, l'azienda Lampre comparirà tra gli sponsor dei due eventi.
A Usmate Velate (ritrovo presso l'Oratorio Don Bosco in Via della Brina) saranno ai nastri di partenza della gara di derny (ore 19,30) e dello scratch (ore 20,15) i blu-fucsia Scarponi, Spezialetti, Righi, Marzano e Buts (oltre ad altri campioni del pedale), mentre a Vimercate (ritrovo in via Milano “ex area Bassetti") daranno spettacolo Cunego, Malori e Buts.
L'organizzazione dei due appuntamenti sarà a cura della SMO.
Le classifiche finali e i risultati ottenuti hanno decretato la bontà delle prestazioni offerte dalla Lampre-ISD nel Giro d’Italia 2011. I numeri però non bastano a descrivere l’impegno profuso dai corridori blu-fucsia e a sottolineare la soddisfazione del team per una Corsa Rosa vissuta da protagonisti.
Arrivare a lottare per il Giro d’Italia con Contador è di per sé già un fatto lusinghiero – ha commentato Giuseppe Saronni, general manager del Team Lampre-ISD – Scarponi ha risposto in maniera più che soddisfacente alle nostre aspettative: ha corso un Giro da protagonista, cogliendo il 2° posto nella classifica finale davanti a Nibali, atleta ritenuto da più parti accreditato per la vittoria finale. Alla luce di tutto ciò, alle prestazioni di Michele va attribuito un valore enorme, ancora più grande se si pensa a tutte le emozioni che aveva già regalato ai tifosi in questo inizio di stagione: non bisogna infatti dimenticare che Scarponi ha iniziato a vincere già a fine febbraio nel Giro di Sardegna, continuando poi a entusiasmare alla Tirreno-Adriatico e soprattutto alla Milano-Sanremo, battagliando quindi con Contador al Giro di Catalogna, per poi ottenere ancora successi al Giro del Trentino. Si può dire che Michele sia stato una bella bandiera del ciclismo italiano in questi primi mesi della stagione ciclistica e il 3° posto nella classifica dell’Uci World Tour, a un punto dal 2° posto di Contador e a 8 lunghezze dalla leadership di Gilbert, ne è conferma. Come ulteriore gratificazione, sono arrivati gli apprezzamenti da parte di tutti gli sponsor del team: colgo l’occasione per ringraziarli per il loro immancabile sostegno, questi successi sono giunti anche grazie a loro”.
Il merito dei risultati ottenuti da Scarponi al Giro d’Italia va condiviso con i compagni di squadra che hanno sostenuto il marchigiano nell’avventura rosa. Ulissi, con la sua vittoria a Tirano e la sua costanza lungo le tre settimana, si è imposto alla ribalta come uno dei giovani sui quali il ciclismo italiano può fare affidamento per il futuro; il polacco Niemiec ha dimostrato di essere un gregario sopraffino quando la strada ha iniziato a salire; Marzano, Righi e Spezialetti hanno svolto un lavoro di poca visibilità ma di massima efficacia nel supportare Scarponi in ogni frangente di corsa; il talento naturale di Spilak si è rivelato più volte utile alla causa comune blu-fucsia; Petacchi e Hondo hanno confezionato uno splendido successo nella volata di Parma e diversi altri piazzamenti negli sprint successivi, risultando anche estremamente validi nella cronosquadre inaugurale.
La Lampre-ISD pensa già al prosieguo della stagione: “Vogliamo proseguire su questa linea, consapevoli di poter valorizzare ancor di più quanto realizzato fino a ora. Siamo attesi da appuntamenti importanti quali i Campionati Nazionali, il Giro di Svizzera e il Tour de France e ci aspettiamo di vedere concretizzato l’impegno e gli sforzi che Cunego ha profuso per preparare al meglio la stagione – ha spiegato Saronni - Nelle Ardenne Damiano non è riuscito a trovare lo spunto vincente, ma siamo sicuri che nelle prossime gare saprà ripagare la fiducia della squadra. Ne è certo anche Roberto Damiani, nuova figura di riferimento dello staff tecnico della squadra: Roberto ha instaurato con Cunego un ottimo rapporto professionale che ci auguriamo possa trovare soddisfazione in risultati di rilievo”.

Francesco Paris