Grande Cunego, Basso in ritardo

Pubblicato il: 22-07-11

E' ormai diventato un felice copione quello di Damiano Cunego nel Tour de France 2011: anche nella 19^tappa, l'insidiosissima Modane-Alpe d'Huez di soli 109,5 km ma con le ascese del Col du Télégraphe, del Galibier e l'arrivo in salita, il capitano della Lampre-ISD ha recitato senza intoppi il suo ruolo di regolarista, ottenendo al termine della corsa un bottino di grande valore, ovvero la conferma del 5° posto in classifica generale.

Gara infiammata già sul Télégraph da Contador e Andy Schleck, con Cunego ben sistemato nel gruppo di Evans, Sanchez e Frank Schleck, drappello che è riuscito a rientrare sulla testa della corsa nella discesa dal Galibier.
Damiano CunegoTutti i migliori in un gruppo compatto hanno così imboccato la salita dell'Alpe d'Huez e Cunego ha impostato una efficacissima andatura regolare, non rispondendo agli attacchi di Contador e Samuel Sanchez, scelta che ha permesso all'atleta blu-fucsia di giungere al traguardo in 7° posizione assieme ai fratelli Schleck (Andy nuova maglia gialla) ed Evans, togliendosi anche la soddisfazione di provare un attacco ai 2800 mt dall'arrivo.
Netto il guadagno di Damiano su Basso (1'09") e su Voeckler (2'25"), vittoria per Rolland.

"Guardo i corridori con i quali sono giunto oggi al traguardo, leggo la mia posizione in classifica generale e mi viene da pensare solamente che il lavoro che la mia squadra e io stiamo facendo in questo Tour de France è ottimo - ha spiegato Cunego - La tappa di oggi era potenzialmente molto insidiosa e qualcuno ha tentato di far saltare il banco: io non mi sono fatto prendere dalla frenesia, ma ho continuato a correre con regolarità, come avevo fatto fino a ora con buonissimi risultati, e i frutti di questa condotta sono arrivati anche oggi. La salita dell'Alpe d'Huez è stata qualcosa di eccezionale, un misto di sofferenza, energia e calore del pubblico: ho sofferto un poco ai -10 km dalla vetta, poi mi sono ripreso bene e nel finale, sapendo di avere ancora energie, ho provato anche ad allungare. Ora manca un ultimo tassello del mosaico, darò tutto per sistemarlo al meglio nel disegno della mia Grande Boucle".

Damiano Cunego discesaSoddisfatto anche Roberto Damiani, sport manager della Lampre-ISD: "Oggi come nelle altre tappe, Cunego e tutta la squadra hanno corso benissimo e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Correremo fino alla fine della Grande Boucle con la voglia di divertirci, come abbiamo fatto fino a ora: a mio avviso, la Lampre-ISD il suo Tour de France l'ha già vinto".

CONTADOR --- "Alberto ha dato tutto quello che aveva per cercare di ritornare prepotentemente in classifica - ha spiegato Bradley McGee al termine della tappa -. Oggi ha sicuramente fatto un'azione che in molti si ricorderanno. La sua azione ha perso d'intensità solo negli ultimi chilometri ed ovviamente siamo dispiaciuti per non essere riusciti a vincere la tappa. Rolland è stata una sorpresa. Ha dimostrato di essere un ottimo scalatore ed ha ampiamente meritato la vittoria su questa salita leggendaria".

EVANS --- Cadel ha già le idee chiare per la cronometro di domani: "Partirò il più veloce possibile e cercherò di finire il più velocemente possibile". Per quanto riguarda l'incidente meccanico avvenuto ad inizio tappa il campione australiano ha cosi spiegato lo sfortunato episodio:"Quando si è accesa la corsa ho reagito ma ho sentito delle strane sensazioni alla ruota posteriore, mi è sembrato come se fosse frenata. Appena giunta l'ammiraglia ho cambiato bici. Questo inconveniente mi ha fatto perder tempo ma i compagni di squadra sono stati fondamentali per non perdere troppo terreno".



ORDINE D'ARRIVO
1° Rolland 3h13'25"
2° S. Sanchez 14"
3° Contador 23"
4° Velits 57"
5° Evans s.t.
6° De Gendt s.t.
Cunego s.t.
8° F. Schleck s.t.
9° A. Schleck s.t.
15° Basso 2'06"
20° Voeckler 3'22"
30° Loosli 5'41", 66° Bono 13'55", 89° Bole 25'27", 90° Petacchi s.t., 131° Malori s.t., 135° Hondo s.t., 151° Kostyuk s.t..

CLASSIFICA GENERALE
1° A. Schleck 82h48'43"
2° F. Schleck 53"
3° Evans 57"
4° Voeckler 2'10"
Cunego 3'31"
6° Contador 3'55"
7° S. Sanchez 4'22"
Basso 4'40"

Francesco Paris