Farnese Vini, Thomas Bertolini firma un biennale

Pubblicato il: 28-07-11

 La voce era nell'aria e anche qualche notizia ufficiosa era già stata comunicata. Ma l'ufficialità arriva oggi, con soddisfazione di tutto il management del team e del corridore in persona: Thomas Bertolini, talento di Rovereto classe 1988, torna a correre con la Farnese Vini Neri Sottoli. Un ritorno da diversi punti di vista: alle corse, già che l'atleta grestano era rimasto senza contratto a fine 2010 ed ha osservato dunque un periodo di inattività fino ad oggi. Alla sua “squadra-famiglia”, visto che Thomas era già stato corridore di Scinto e Citracca alla della Finauto Sport Team nel biennio in cui è stato diettante (2007 e 2008). E un ritorno alla corte di Luca Scinto, nonostante ne fosse uscito senza il “bene placit” del vulcanico direttore sportivo: &ldquo ;Sono felice di tornare a correre – ha detto Bertolini, in sella già da alcuni mesi e pronto al rientro alle corse – perchè quest'ultimo periodo senza bicicletta è stato davvero duro. L'anno scorso ho avuto alcuni problemi personali, che mi hanno impedito di essere al top, insieme ad altri di carattere fisico per cui non sono riuscito ad esprimermi. A fine anno sono rimasto senza squadra, nonostante io adori la bicicletta e penso, e spero, di poter ancora dare tanto, se non tutto”. Già, tutto visto che Bertolini, talento predestinato fin dalle categorie giovanili, tra i prof ha corso solo due stagioni alla DiquiGiovanni (2009 e 2010), senza riuscire a raccogliere dei risultati: “E qui devo ammettere che aveva proprio ragione Luca Scinto. Quando decisi di firmare da professionista, lui si oppose, disse che avrei fatto un grande sbaglio perchè non ero ancora pronto. Diceva che almeno un altro anno, se non due, tra i dilettanti mi avrebbero preparato ai professionisti. E aveva ragione. Così è stato, perchè poi alla fine di quest'anno, nessuno mi ha aiutato a trovare un'altra soluzione e se non fosse stato per Scinto, ora non sarei più un corridore (...)”. Un ritorno a casa voluto dal management, che non ha mai dubitato delle doti dell'atleta: “Thomas è un talento – chiosa Luca Scinto, con la sua veemenza e passione – e aggiungerei “punto”, come dico io. Mi ha fatto arrabbiare quando decise di passare. Era troppo presto, e ora il tempo mi ha purtroppo dato ragione. Sarà una scommessa ma anche una soddisfazione riportare questo ragazzo ai suoi livelli, perchè è un atleta forte che potrà fare molto bene tra i professionisti”. Dunque accordo firmato, orizzonte temporale lungo su cui lavorare e tanta voglia di fare: non resta che aspet tare di vedere il nuovo acquisto giallo – fluo con il numero sulla schiena, probabilmente alle classiche di agosto.

Comunicato Stampa