Campagnaro resta leader degli scalatori, bene Baliani

Pubblicato il: 09-09-11

L’arrivo a San Valentino Bretonico (Tn) della 4° tappa del Giro di Padania ha visto ancora una volta Simone Campagnaro in testa alla classifica degli scalatori indosando la maglia azzurra al termine di quella che tutti hanno riconosciuto come tappa chiave del Giro, visto la sua importante difficoltà altimetrica
Gambe, cuore e strategia stanno dunque premiando il giovane che per tutta la stagione si è messo al servizio dei capitani e che ora si sta prendendo il suo spazio salendo oggi sul podio premiato dal ct Paolo Bettini che sta osservando la corsa. Domani si correrà l’ultima tappa e lì si scriverà il nome del primo atleta che inaugurerà l’lbo d’oro riservato agli scalatori del Giro di Padania.
<Oggi è stata una tappa molto dura soprattutto nel finale anche perché la media è sempre stata attorno ai 55 orari – ha raccontato Campagnaro ho cercato la fuga fin dall’inizio per poter andare  a prendere i punti per la classifica gpm ma ma con l’andatura così forte il gruppo non ha lasciato andare. Nel finale poi ci ha pensato Baliani a far la differenza. Ho ancora questa maglia azzurra addosso e me la voglio tenere stretta anche se per farlo, oltre pedalare devo anche tener conto della matematica per controllare i miei avversari più diretti e non sprecare energie preziose. La tappa di domani prevede una salita iniziale dov’è posto il gpm e poi pianura fino all’arrivo quindi se non riuscirò ad entrare in una azione iniziale che mi permetta di andare a caccia di quei punti, dovrò affidarmi a Baliani, Rubiano e gli altri miei compagni perché portino via il piazzamento agli altri. Ho un problema al ginocchio che oggi mi ha un po’ rallentato ma domani bisognerà dare veramente tutto>.

Una grande giornata molto impegnativa che ha visto i portacolori della D’Angelo & Antenucci Nippo Corporation tra gli attori principali grazie a Davide Torosantucci e Fortunato Baliani che nel finale hanno aperto le danze.
Appena passato il tratto di discesa da Sant’Anna d’Alfaedo, a 20 km dal traguardo, ecco lo scatto di Torosantucci che raggiunge un vantaggio massimo 1’20 ma che a 11 km dal termine, all’imbocco della salita finale e decisiva, è raggiunto da 6 contrattaccanti tra i quali il compagno Baliani. Con i migliori, dunque, Baliani continua la sua ascesa gestendo con esperienza la situazione. Arrivo sgranato, dunque, ma con Baliani che andando su con il suo ritmo ha chiuso al 4° posto risalendo anche in classifica generale.
Domani, la 5° e ultima tappa da Rovereto a Montecchio Maggiore vedrà dunque un’altra giornata importante per il team che dovrà difendere la maglia azzurra di Campagnaro e cercare di migliorare la posizione in classifica generale per salire sul podio finale.

Ordine d’arrivo
1 Ivan Basso (Liquigas Cannondale)
2. Giovanni Visconti (Farnese) a 52”
3. Francesco Masciarelli (Astana) a 1'08''
4. Fortunato Baliani (D'Angelo & Antenucci) a 1'17''
5. Davide Rebellin (Miche) a 1'24''
6. Emanuele Sella (Androni - CIPI) a 1'32''

Classifica generale
1BASSO Ivan (ITA) 1977 LIQ Liquigas - Cannondale 18:12'48
2  VISCONTI Giovanni (ITA) 1983 FAR Farnese Vini - Neri Sottoli 18:13'40 52
3 MASCIARELLI Francesco (ITA) G 1986 AST Pro Team Astana 18:13'56 1'08
4 BALIANI Fortunato (ITA) 1974 DAN D'Angelo & Antenucci - Nippo 18:14'05 1'17
5 REBELLIN Davide (ITA) 1971 MIE Miche - Guerciotti 18:14'12 1'24
6 SELLA Emanuele (ITA) 1981 AND Androni Giocattoli C.I.P.I 18:14'20 1'32
7 STORTONI Simone (ITA) 1985 COG Colnago - Csf Inox 18:15'22 2'34
8 POZZOVIVO Domenico (ITA) 1982 COG Colnago - Csf Inox 18:15'41 2'53
9 RUTKIEWICZ Marek (POL) 1981 POL Nazionale Polonia 18:15'45 2'57
10CHIARINI Riccardo (ITA) 1984 AND Androni Giocattoli C.I.P.I 18:15'56 3'08

Giovanni Visconti Giro PadaniaQUI FARNESE VINI --- Giovanni Visconti arriva 2° nella pen'ultima tappa del Giro della Padania, da Noceto (PR) a San Valentino di Brentonico (VI), in una tappa da 175 km con un finale da grande tappa di Montagna. Una performance del talento Palermitano che conferma lo splendido stato di forma raggiunto dal Campione Italiano, tanto da arrivare per primo dietro ad uno scatenato Ivan Basso, a suo agio nelle difficili pendenze della salita di circa 15 km che ha condotto il gruppo, già selezionato dalle asperità di giornata precedenti, sulla cima di Brentonico.
Alle spalle di Basso, che ha sferrato l'attacco decisivo a circa 8 km dalla vetta, i più caparbi si sono dimostrati Francesco Masciarelli (Astana) alla caccia di un importante successo stagionale, Fortunato Baliani (D'Angelo Antonucci), Davide Rebellin e, con la sorpresa di alcuni – ma non degli addetti ai lavori – Giovanni Visconti, che sin dal mattino ai microfoni RAI aveva dichiarato: “Sto bene, so che oggi è dura, ma voglio mettermi alla prova”. Detto - fatto e il Marine è arrivato ad un soffio dal successo, accusando un ritardo di 52” che non ha però impedito al capitano Farnese Vini Neri Sottoli una progressione dagli ultimi 5 km in avanti, con cui ha prima staccato Rebellin e Baliani, poi ripreso, e dunque distanziato, anche Francesco Masciarelli. Una prova con la “p” maiuscola: "Volevo testarmi e sapevo di stare bene. Questo secondo posto è un bel risultato. Mi sento in ottima condizione e ci tenevo a provare qualcosa di nuovo, su una salita sulla carta un po' proibitiva per le mie caratteristiche. Ma è con queste prove, che ci si testa e mette alla prova”.
Risultato positivo dunque per i giallo – fluo, che oltre a Visconti hanno visto all'arrivo tutti gli altri iscritti alla corsa, ora pronti a ben figurare – e, perchè no, a chiudere in bellezza domani – la 5^ ed ultima tappa del giro, già che anche il neo-pro sprinter di casa Andrea Guardini ha brillantemente concluso la tappa, supportato nella ostica ascesa finale (e lungo tutta la tappa) da Leonardo Giordani, Davide Ricci Bitti e Gianluca Mirenda, fidi scudieri ora pronti a tirare nella Rovereto – Montecchio Maggiore, ultimo stage di questo primo Giro della Padania.

Comunicato Stampa