Nibali ed il sogno rosa

Pubblicato il: 12-05-10

Nove uomini perfettamente allineati a oltre 50 all\'ora. La crono a squadre Savigliano-Cuneo, 33 km in leggera salita caratterizzata da temporali a scroscio lungo il percorso, quarta tappa del Giro e prima in Italia dopo la tre giorni olandese, è stata vinta alla grandissima dalla Liquigas-Doimo di Vincenzo Nibali e Ivan Basso (36\"37 il tempo) davanti al Team SKY capitanato da Bradley Wiggins (13 secondi il distacco, 36\"50 il tempo), già vincitore ad Amsterdam. Terza piazza per la Htc-Columbia  del tedesco Andre Greipel (36\"58).\"Ho i brividi. Ho sempre sognato la maglia rosa fin da bambino. Guardavo il Giro da bambino, con le  emozioni che mi dava Pantani\". Vincenzo Nibali è entusiasta della leadership conquistata. \"Il Tour de France  finora mi ha dato qualcosa in più, ma il Giro è la corsa più importante per noi italiani. E questa maglia è il primato più bello  he c\'è\", aggiunge. \"Ho sempre detto che vivrò il Giro giorno per giorno. Oggi la squadra è andata fortissimo, è stato bravo anche lo staff a gestirci: è stata una vittoria di tutta la Liquigas\", aggiunge.  \"Sono veramente contentissimo: la squadra mi ha dato la possibilità di partecipare, altrimenti non avrei indossato la maglia. Non mi illudo, cercherò di mantenere questa condizione fino alla fine\". Per quanto riguarda una possibilità con Ivan Basso, capitano designato della squadra, Nibali ritiene che non ci saranno problemi. \"Con Ivan c\'è armonia. In questi giorni mi ha detto che con la cronometro a squadre avrei preso la maglia. Non ci credevo...\", dice. \"La squadra - prosegue - fino ad oggi ha dato l\'immagine di un gruppo: l\'unione è stata la nostra forza più di una volta\"

Francesco Paris