Il Team Sky apre la stagione 2012

Pubblicato il: 13-01-12

In procinto di inaugurare il suo secondo anno da professionista, Dowsett ha messo chilometri nelle gambe al Team training camp di Mallorca nel mese di dicembre, per poi volare ad Adelaide insieme ad Edvald Boasson Hagen per meglio adattarsi ai climi dell’estate australiana.
Il debutto dell’atleta 23enne nel WorldTour è arrivato alla fine del 2011 nella prima edizione del Tour of Beijing: Dowsett non ha perso tempo, facendo segnare il terzo miglior tempo nella cronometro di apertura, indossando anche la maglia di miglior giovane.
Il nutrito campo partenti sulla linea del via ad Adelaide alzerà ulteriormente il livello della sfida, ma Dowsett è determinato a lasciare subito il segno in un’annata che si apre con ottimi presupposti per il corridore inglese.
Essendo la prima gara del 2012, voglio iniziare con il piede giusto. Penso sia la prima opportunità per mettermi in mostra e dimostrare che merito un posto nella squadra olimpica.“
“Si tratta anche del primo appuntamento WorldTour per il Team Sky, e quindi della prima opportunità per fare punti. La pressione c’è, ma credo che abbiamo un’ottima squadra, e non ho ragioni per pensare che non faremo bene
.”
Un buon terreno di caccia
Scenario del debutto assoluto del Team nel 2010, il Tour Down Under ha sorriso al Team Sky, che ha ottenuto due piazzamenti nei primi tre e tre vittorie di tappa, oltre alla Cancer Council Classic nel 2010.
L’atleta dell’Essex è consapevole che la preparazione sarà fondamentale per cercare di ripetere le ottime prestazioni di squadra in questa corsa nelle ultime due stagioni.
La squadra mi ha mandato qui con qualche giorno di anticipo per meglio abiutarmi al fuso orario e al clima – ben diverso dall’inverno britannico. Ci sono tre australiani in squadra - Mat Hayman, Michael Rogers e CJ Sutton – e tutti e tre saranno pronti e motivati per partire a tutta.
“Mick Rogers ha dichiarato di voler vincere questa corsa, e quindi lavoreremo per lui in ottica classifica generale. Abbiamo anche ottimi elementi per le volate, quindi credo che potremo raccogliere anche dei successi di tappa.
“Sono convinto che possiamo prendere in mano la corsa e dimostrare di cosa siamo capac
i.”
Si scaldano i motori
Un aspetto che merita particolare attenzione è il fattore climatico. Sebbene i corridori non abbiano trovato tempo splendido negli ultimi giorni di allenamento, Dowsett è convinto che il caldo potrebbe rappresentare un elemento decisivo nella settimana di corsa.
C’è uno sbalzo consistente arrivando qui, soprattutto per noi europei. Il fatto di arrivare due settimane prima ci darà qualche possibilità in più, ma anche lo staff di supporto del Team Sky dovrà fare la sua parte.”
“Dovranno assicurarsi che siamo sempre forniti di bevande Gatorade agli elettroliti. Inoltre, avremo delle divise speciali per mantenere bassa la temperatura corporea, e in generale dovremo fare in modo di adattarci alle condizioni nel miglior modo possibile.
 

Comunicato Stampa