Amstel Gatto fermato dalla febbre ottimo Favilli

Pubblicato il: 16-04-12

A 70km dal termine Oscar Gatto costretto al ritiro; il giovane Elia Favilli chiude al 13° posto l'ultima corsa di una campagna del Nord nella quale ha figurato molto bene.
Quando mancano i leader, i giovani hanno l'opportunità di correre per loro stessi ed il dovere di fare comunque valere i colori della loro squadra. Occasione ed impegno che il giovane Elia Favilli ha saputo assumere e sfruttare al meglio nell'ultima delle classiche del Nord, l'Amstel Gold Race. Con Filippo Pozzato a casa alle prese con il versamento al ginocchio destro, postumo della caduta alla Roubaix, il team giallo – fluo era pronto a sostenere e supportare Oscar Gatto. Un percorso adatto alle sue caratteristiche ed una buona forma dimostrata nelle precedenti uscite al Nord lasciavano ben sperare, ma la sfortuna si è accanita sulla Farnese Vini Selle Italia. Un mal di testa molto fastidioso e la febbre hanno costretto Oscar Gatto al ritiro, a 70 km dal traguardo. Il team giallo fluo si trova, così, senza i suoi leader. A prendere in mano la situazione è Elia Favilli, autore di un 'ottima prova, che ha permesso di vedere anche ieri le maglie giallo fluo in testa al gruppo. Il giovane livornese è riuscito ad arrivare al traguardo con i migliori, chiudendo in un'ottima 13° posizione, ad appena 4” dal vincitore, Enrico Gasparotto. Favilli, al secondo anno da professionista ed alla prima "campagna del Nord", sta ripagando la fiducia concessagli dal team e all'Amstel ha confermato il feeling con i difficili percorsi di queste classiche. Un talento che sta continuando a crescere.

- - - - - - - - English Version - - - - - - -

AMSTEL: GATTO STOPPED BY FEVER, GOOD RACE FOR FAVILLI
When there were 70km to the end Oscar Gatto had to retire, the young Elia Favilli concluded the race in a good 13th position. In the North he did very well.

If the leaders there aren't, young cyclists have the opportunity to race for themselves and the duty to enforce the colors of their teams. Opportunity and commitment that the young Elia Favilli has been able to take in the last classic of the North, the Amstel Gold Race. With Filippo Pozzato at home after tha fall in Roubaix, the yellow - fluo team was ready to support Oscar Gatto. A path suitable to his characteristics and a good form shown in previous races in the North made hope in a good race for him, but bad luck has raged against Farnese Vini Selle Italia. The headache and the fever forced to retire Oscar Gatto, when there were 70 km to the end. So the yellow flu o team is without its leaders. To take in hand the situation is Elia Favilli author of an excellent race. The young cyclist managed to get to the finish line with the best athletes, finishing in an excellent 13 th position. Favilli, at the second year as a pro and at the first "campaign of the North", is repaying the trust given him by the team and confirmed his feeling with the difficult paths of these classics. A talent that is growing.

Comunicato Stampa