Lampre-ISD con 5 effettivi le prospettive dei blu-fucsia

Pubblicato il: 13-07-12

Affrontare poco meno di metà Tour de France con poco più di metà squadra.
Questo il difficile impegno al quale sarà chiamata la Lampre-ISD dopo che ben 4 corridori hanno lasciato la Grande Boucle nelle prime 12 frazioni.
A Viganò e Lloyd, estromessi dalla corsa da dolorose cadute, si sono aggiunti nella tappa con arrivo a La Toussuire Petacchi  e Krivtsov, al traguardo fuori tempo massimo.

"E' stato davvero un peccato aver perso altri due corridori: la sfortuna ha giocato un suo ruolo anche in questi due abbandoni - ha spiegato Piovani, ds della Lampre-ISD - Petacchi era in un gruppetto che avrebbe raggiunto senza problemi il traguardo, quando la caduta ha reso tutto più difficile. Il dolore alla schiena e al costato era molto forte. Nei chilometri che lo separavano dall'arrivo, Alessandro ha trovato Krivtsov: Yuriy è stato generoso visto che, pur alle prese con i crampi, ha provato a supportare Petacchi, rimanendo con lui. Purtroppo, i loro sforzi non sono serviti a evitare di finire fuori tempo massimo".

Il tecnico blu-fucsia ha illustrato così le prospettive della squadra per le restanti tappe:"Certamente la mancanza di ben quattro corridori si farà sentire, ma non deve essere un motivo per abbassare l'attenzione e perdere le motivazioni. Anzi, ognuno sarà chiamato a mettere un impegno ancora maggiore: Scarponi, con la sua vivacità, potrà trascinare anche in compagni. L'obiettivo di Michele rimane quello di cercare un successo di tappa e, con il supporto di Marzano e Stortoni, potrà provarci sui Pirenei. Hondo è un corridore esperto, sa gestirsi al meglio in tutte le situazioni, quindi potrà destreggiarsi nelle volate anche autonomamente. Stiamo notando la crescita di condizione di Bole, potrà cercare di unirsi alle fughe. Per tutti, anche per noi tecnici, sarà necessario mantenere un'alta concentrazione per onorare degnamente una corsa come il Tour de France".

Lampre-ISD's task will be to face almost half Tour de France relying on a little more than half of the team members.
Only 5 cyclists are still in the race after 12 stages: in addition to Viganò and Lloyd, who had been forced to quit because of crashes, on La Toussuire stage Petacchi (photo Bettini) and Yuriy Krivtsov reached the arrival over the time limit.

"It's a pity we were forced to lose two riders more: we were unlucky - sport director Piovani commented - Petacchi was in a group that would have reached the arrival without problems, when he crashed. He suffered pain on the back and on the ribs, everything became very difficult. Krivtsov joined him and, despite the cramps, he tried to support Alessandro, but they could not crossed the finish line in the time limit".

Blue-fuchsia sport director outlined the expectation of the team in the next stages: "We'll miss in the race the four riders, but this must not be a reason to decrease our attention. On the contrary, every member of the team will need to give even more care: Scarponi, thanks to his liveliness, will be the spur for his team mates. Michele's target is still one stage victory and he'll try to achieve this goal on the Pyrenees, maybe thanks to the support by Marzano and Stortoni. Hondo has a huge experience, so he could be competitive in an self-sufficient way in the sprints. Bole's condition is better and better, so he could aim to join breakaways. The most important thing for everyone will be a top concentration, that will allow us to honour Tour de France in the best way".

Comunicato Stampa