Vuelta: vittoria e primato per Rodriguez

Pubblicato il: 30-08-12

Rodriguez padrone della 12^frazione della Vuelta a Espana (Vilagracia de Arousa-Mirador de Ezaro di 190,5 km).
Molto semplice la descrizione del percorso: a un avvio nervoso sono seguiti molti chilometri di pianura, lungo preambolo al forte finale consistente in un'ascesa di 1900 mt (al 13,1 % di pendenza media, 30% di massima -  verso il traguardo.
Dopo alcuni tentativi di attachi nei primi chilometri (attivo anche l'ucraino Kostyuk), il gruppo ha lasciato spazio alla fuga di quattro atleti (Moinard, Astarloza, De Weert e Meyer), ripresi sulle rampre della salita verso il traguardo quando Rodriguez e Contador hanno vinto la resistenza degli altri corridori del gruppo, involandosi in coppia verso l'arrivo. Rodriguez ha avuto la forza di distanziare di alcuni metri Contador, andando a conquistare la vittoria di tappa e allungando in classifica generale (ora il vantaggio su Contador è di 13").
Buona prestazione per Niemiec, 9° a 33" dal vincitore, mentre Anacona ha stretto i denti riuscendo a tagliare il traguardo in 20^posizione (+52") assieme a Cunego (19°).
Nella graduatoria generale, i colori blu-fucsia compaiono al 12° posto (Anacona, +6'35") e al 18° posto (Niemiec, +7'10").

Da segnalare il coinvolgimento di Possoni in una caduta a 30 km dal traguardo, riportando una ferita al naso. Lo scalatore bergamasco, dopo aver regolarmente raggiunto il traguardo, è stato accompagnato dal dottor Guardascione (responsabile medico della Lampre-ISD) all'ospedale di Santiago de Compostela per l'applicazione di alcuni punti di sutura. Da valutare la sua presenza al via della 13^tappa.

"L'arrivo di oggi presentava la particolarità di una salita corta ma dalle pendenze molto severe, sulle quali era importante trovare subito un proprio ritmo di pedalata che consentisse di procedere con regolarità - ha spiegato Fabrizio Bontempi, ds della Lampre-ISD - Ottimo il lavoro della squadra nel consentire a Niemiec e ad Anacona di iniziare la salita nelle prime trenta posizione. Niemiec ha saputo affrontare l'ascesa con un passo efficace, segno che ha nelle gambe ancora energie utili per le prossime tappe di montagna. Anacona ha forse sofferto un po' lo sforzo effettuato nella cronometro di ieri, ma è riuscito comunque a difendersi e a raggiungere il traguardo con un ritardo non elevato".

ORDINE D'ARRIVO
1° Rodriguez 4h24'32"
2° Contador 8"
3° Valverde 13"
4° Gesink 20"
9° Niemiec 33"
19° Cunego 52", 20° Anacona s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1° Rodriguez 44h50'33"
2° Contador 13"
3° Froome 51"
4° Valverde 1'20"
12° Anacona 6'35"
18° Niemiec 7'10"

Rodriguez is the winner of the 12th stage of Vuelta a Espana (Vilagracia de Arousa-Mirador de Ezaro, 190,5 km).
The bunch faced a long plain to the final 2 km, that brought the riders to the arrival on a hill with 13,1 % of average degree and top degree of 30%  .
A four riders breakaway (Moinard, Astarloza, De Weert and Meyer) received by the bunch the freedom of leading the race for most part of the course and the action was neutralized only on the final climb, when Rodriguez and Contador escaped from the head of the group. The duo had no opponents and Rodriguez could obtain the stage victory, increasing also his advantage on Contador in the overall classification (now the gap is 13").
Good performance by Niemiec, 9th at 33" to the winner, while Anacona suffered a little bit but he could reach the arrival limiting the gap at 52" (20th position). Together with the Colombian cyclist there was Cunego, 19th.
In overall standing, Anacona is 12th (+6'35"), Niemiec 18th (+7'10").

STAGE RESULTS
1st Rodriguez 4h24'32"
2nd Contador 8"
3rd Valverde 13"
4th Gesink 20"
9th Niemiec 33"
19th Cunego 52", 20th Anacona s.t.

OVERALL CLASSIFICATION
1st Rodriguez 44h50'33"
2nd Contador 13"
3rd Froome 51"
4th Valverde 1'20"
12th Anacona 6'35"
18th Niemiec 7'10"
 

Comunicato Stampa