Giro di Pechino, Martin a segno. Lampre in ritardo

Pubblicato il: 10-10-12

E' stata più selettiva del previsto la 2^frazione del Giro di Pechino (Bird's Nest-Men Tou Gou, 126 km) e il vincitore dell'edizione 2011, Tony Martin, ha subito colto l'occasione per imporre la propria legge sulla corsa cinese.
Il passista tedesco ha infatti vinto la tappa ed è balzato al comando della classifica generale grazie a un allungo, a 10 km dal traguardo, partendo dal selezionato gruppo di 6 di atleti, a loro volta  avvantaggiatisi su un drappello di 24 corridori rimasti in testa alla corsa dopo le salite di 1^ e 2^ categoria.

"Oggi ci è mancata la competitività necessaria per rimanere con la testa della corsa - ha spiegato il ds Vicino - Sapevamo bene che, in una tappa così corta, sulla salita di 1^categoria il ritmo sarebbe stato altissimo, ma non siamo riusciti ugualmente a farci trovare pronti. Il gruppo di testa ha preso il largo di forza, Malori, Mori e Pietropolli hanno tentato l'inseguimento in un secondo drappello, arrivando a 30" dal gruppo di testa, ma il ricongiungimento non è avvenuto e il divario si è allargato nel finale. Oggi abbiamo compromesso le nostre possibilità di puntare a un buon piazzamento nella classifica generale, dobbiamo impegnarci nelle prossime tappe per provare a lasciare comunque un segno".

ORDINE D'ARRIVO
1° Martin  2h37'49"
2° Gavazzi  46"
3° Capecchi  s.t.
4° Nocentini  s.t.
29° Mori  2'53"
39° Pietropolli  2'56",  57° Malori  3'07", 85° Petacchi  13'13", 108° Cimolai s.t, 111° Possoni  s.t., 112° Bole  s.t., 113° Viganò s.t.

CLASSIFICA GENERALE
1° Martin  5h30'44"
2° Gavazzi  50"
3° Capecchi  52"
27° Mori  3'03"

Francesco Paris